Il governatore Crocetta vuole affidare al regista siciliano, premio Oscar, la direzione artistica del 59° Festival internazionale del Cinema di Taormina

Giuseppe Tornatore verso la direzione artistica del Taormina Film Fest

Una voce clamorosa che potrebbe diventare certezza già nei prossimi giorni: la direzione artistica del Festival del Cinema di Taormina verrà affidata a Giuseppe Tornatore.

Il 56enne regista siciliano, originario di Bagheria – come riporta l’edizione odierna della Gazzetta del Sud – è l’uomo scelto direttamente dal governatore siciliano Rosario Crocetta per provare a far tornare la rassegna cinematografica internazionale della “Perla” agli anni d’oro.

Secondo indiscrezioni che arrivano in queste ore da ambienti molto vicini al presidente della Regione, Crocetta punta ad interloquire in prima persona con il Comitato Taormina Arte, avviando una nuova fase nei rapporti tra le parti, che molto spesso negli anni passati è stato “turbolento” e che stavolta potrebbe vedere attivamente in prima linea anche nelle scelte strategiche l’ente finanziatore del festival.

Tornatore a Taormina è praticamente “di casa” ed al Festival ha preso parte a più riprese, sia come premiato al Teatro Antico per la sua attività di regista, sia anche tenendo lezioni di cinema al Palacongressi. Nella città del Centauro Tornatore ha un rapporto di “vecchia” amicizia, tra gli altri, con il segretario generale di TaoArte, Ninni Panzera. Ovviamente bisognerà vedere quale sarà la posizione del Comitato TaoArte, nel momento in cui dovesse concretizzarsi questa proposta di nomina che formalmente dovrebbe essere poi attuata dal Comitato.

Su Tornatore non è difficile immaginare ampie corvegenze, il nodo da sciogliere è quello legato alla conferma dei precedenti impegni. Lo scorso anno il Festival ha avuto la direzione editoriale di Mario Sesti e general contractor della settimana del cinema fu Tiziana Rocca, con la quale era stato previsto il rinnovo degli accordi. Ad ogni modo la possibile nomina di Tornatore è una soluzione di indubbia attrattiva che potrebbe dare un nuovo impulso al Festival, con un regista di livello internazionale che conosce bene la realtà di Taormina ed il contesto in cui andrebbe ad insediarsi.

Crocetta vorrebbe puntare su Tornatore, premio Oscar nel 1990 con il film “Nuovo Cinema Paradiso”, immaginando di radicare anche a Taormina la “stagione” delle nomine di alto profilo culturale.

La 59esima edizione del Festival del Cinema di Taormina si svolgerà dal 15 al 22 giugno. Sempre per quanto concerne Taormina Arte, ovviamente, la questione delle direzioni artistiche andrà poi a riguardare anche le altre sezioni, quelle del Teatro e della Musica e Danza. In quest’ultima sezione non si esclude che possa tornare d’attualità la querelle che lo scorso anno vide per mesi protagonisti di un “braccio di ferro” TaoArte ed Enrico Castiglione, con il regista che aveva rivendicato i diritti contrattuali per proseguire la direzione già svolta dal 2007 al 2011. Dopo tante polemiche era poi tornata la pace, ci sono stati alcuni incontri chiarificatori e sembrava profilarsi un’intesa, che adesso sembra di nuovo fortemente in dubbio.

Intanto, proprio in queste ore approda al Midem di Cannes la “Norma” di Vincenzo Bellini firmata la scorsa estate al Teatro Antico di Taormina da Castiglione. Il video della ripresa televisiva sarà proiettato oggi pomeriggio (sabato 26 gennaio) alle ore 17.30 al Palais des Festivals dalla IMZ, l’associazione internazionale che riunisce le principali reti televisive del mondo, appunto in occasione del Midem, la storica rassegna della musica internazionale che ogni anno si tiene in Costa Azzurra, in Francia. Incertezza, infine, anche per la sezione Teatro di TaoArte, ma pure in questo caso sembra ci sia all’orizzonte qualche imminente nomina a sorpresa che potrebbe scaturire da indicazioni provenienti da Palermo.

La stagione degli spettacoli e le scelte dovranno, in ogni caso, avvenire in tempi brevi per dare poi la giusta visbilità agli eventi in programma e attrarre il più ampio numero possibile di pubblico, non solo italiano ma anche straniero.

© Riproduzione Riservata

Commenti