Sondaggio Emg: Pd sembra in difficoltà e dal 34% delle primarie scende al 31%. Rivoluzione civile in flessione

Pier Luigi Bersani comincia a temere la rimonta Pdl

Nuovo sondaggio Emg per il TgLa7 del direttore Enrico Mentana. Brutte notizie per il centro-sinistra. Per il Pd di Bersani si allontana il 34% circa raggiunto dal suo partito durante le primarie. Il Partito democratico si attesta al 31% dei consensi. Aumentano invece sia il Pdl, dello 0,6% e la lista di Mario Monti dello 0,3%. Perde mezzo punto percentuale la Rivoluzione civile di Antonio Ingroia, mentre torna a crescere, anche se di poco, il Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo.

La coalizione di centrosinistra sarebbe al 37,1% con il Pd al 31,8%, Sel al 4,1 e altri di centrosinistra (Svp e centrodemocratico di Tabacci) all’1,2%. La coalizione di centrodestra si attesta al 28% con il Pdl al 19%, la Lega Nord al 4,7%, la Destra al 2,2%, Fratelli d’Italia allo 0,9% mentre altri di centrodestra (Grande Sud, Mpa, Mir di Samorì) all’1,2%.

La coalizione centrista, guidata da Mario Monti, sarebbe al 15% con l’Udc al 3,5%, Fli all’1,6% e la lista del professore, Scelta civica per l’Italia con Monti al 10,1%. In calo Ingroia, fermo al 4,6% mentre risale il Movimento 5 stelle, con Beppe Grillo che è a quota 12,8%. Il movimento di Oscar Giannino, Fermare il declino, fermo all’ 1%, in calo dello 0,2%.

Aumenta, seppur di poco, l’astensione, che passa al 26,9% mentre calano, sempre di poco, gli indecisi, fermi al 10,4%.

© Riproduzione Riservata

Commenti