Lele Mora lancia un appello al latitante Fabrizio Corona: “paga il tuo debito, devi farlo per Carlos”

Lele Mora

Fabrizio Corona è ormai un latitante e, da quando è stato condannato per il caso Trezeguet, l’ex fotografo si è reso irreperibile e ormai a tutti gli effetti è ricercato dalla polizia. Le persone che gli hanno voluto e gli vogliono bene sono in grande appressione per lui e lo stanno invitando a costituirsi ed a pagare il suo debito. Ieri a “Domenica Live” è stato Lele Mora a lanciare un appello nel salotto di Barbara d’Urso, che non si è lasciata scappare l’occasione per cavalcare l’onda: “Consegnati alla polizia e paga il tuo debito perché è la cosa più giusta per te e per la tua famiglia” ha affermato l’ex agente dei vip, che ha già scontato la sua condanna per ‘Vallettopoli’.

Negli ultimi anni le strade dei due si sono divise dopo gli scandali che li hanno coinvolti, incrinando un’amicizia (qualcosa di più per Mora) e un rapporto professionale che sembrava indistruttibile. In tutto questo la D’Urso è stata in silenzio ad ascoltare, esibendo tutto il suo campionario di faccine, visti anche i suoi cattivi rapporti con Corona. Oltre a Mora un appello è stato lanciato dalla madre di Nina Moric, l’ex moglie: “Nina si augura che il padre di suo figlio si consegni presto alla magistratura – ha dichiarato – Lo faccia soprattutto per suo figlio Carlos che lo aspetta. Il mio appello si unisce a quello della famiglia di Fabrizio, mia figlia ha interrotto i rapporti con Fabrizio ben prima che esplodesse questo tsunami”.

Intanto è scoppiato un giallo legato a un presunto messaggio di Corona su Facebook. Sulla sua pagina ieri è stato postato: “Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c’è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato”. Messaggio scritto da Quarto Oggiaro, un quartiere di Milano. Secondo la polizia investigativa, che sta cercando di scovare il fuggitivo, a scrivere il post sarebbe stata in realtà una persona che avrebbe la disponibilità del profilo. L’ipotesi più attendibile propenderebbe verso l’autista di Corona. E’ il caso del momento e si attendono sviluppi, anche clamorosi.

© Riproduzione Riservata

Commenti