Vasco a tutto rock’n’roll. Atmosfere anni 60 per “L’uomo più semplice”: è il ritorno alla musica del cantautore

Vasco Rossi

A sorpresa Vasco ha stravolto i piani promozionali per presentare il nuovo brano “L’uomo più semplice” in radio e in vendita in versione digitale. Tutto deciso nel giro di qualche ora tra domenica sera e lunedì mattina.

Il brano segna il ritorno alla musica del rocker dopo mesi di silenzio per problemi di salute. Il brano è una allegra canzone rock’n’roll d’amore con musiche di Curreri-Fornili e testo del Blasco. Il brano è già primo su iTunes.

“L’uomo più semplice” racconta la storia di un uomo che dice alla sua amata di essere quello giusto, di godere dei momenti assieme (“c’è l’occasione e l’atmosfera”) e farlo nella maniera più totalizzante (“siamo vivi, domani chi lo sa?”). Perché affidarsi a lui? Semplice, lo canta Vasco stesso: “Sono un uomo buono, sono un uomo sincero, sono un uomo vero, sono un uomo solo”.

Dunque il rocker si affida ancora una volta alle musiche create da Gaetano Curreri che, con Fornili, offre un sound tipicamente rock’n’roll anni 60 ad incorniciare la dichiarazione d’amore di Vasco. Per ora il brano è in vendita sulle piattaforme digitali e non si sa ancora se sarà inserito in un nuovo disco, per ora non ci sono ulteriori informazioni in merito. Una cosa è certa: il Blasco aveva voglia di tornare a comunicare con i fan, in barba anche agli annunci fatti sul ritiro dalle scene live.

Insomma questa sorpresa per i fan segna una tappa importante per il rocker che in questo modo, con la musica, rompe il silenzio (anche sui social) durato ormai mesi da quando ha lasciato la clinica per curarsi a casa circondato dalla famiglia.

Sono state anche diramate le prime foto in cui l’artista appare sereno e sorridente pronto a tornare a calcare il palcoscenico questa estate con quattro date ancora top secret. E come canta Vasco in “L’uomo semplice” “facciamo bene perché siamo vivi, domani chi lo sa?”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=4SMyXLxD-sk[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti