Pistola alla testa di un leader, paura al comizio in Bulgaria. L’aggressore 25enne pestato dai delegati. Illeso Ahmed Dogan, a capo della minoranza turca

pistola in faccia al leader bulgaro Ahmed Dogan

Un uomo ha aggredito Ahmed Dogan, leader della minoranza turca in Bulgaria, durante un comizio al congresso del partito a Sofia. Dogan si stava rivolgendo ai delegati dal podio, quando l’aggressore, 25 anni, si è avvicinato e gli ha puntato contro una pistola a gas.

L’uomo, che aveva con sè anche due coltelli, non ha sparato ed è stato rapidamente disarmato dai delegati, che lo hanno pestato. Dogan, 58 anni, è rimasto illeso, ha confermato il suo vice, Lyutvi Mestan, mentre l’aggressore è stato portato via con il volto tumefatto.

Dogan, che guida il Movimento per i diritti e le libertà (Dps, destra liberale) da 23 anni, cioè da quando è stato creato, oggi doveva annunciare le sue dimissioni.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=hSg4C25bswI[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti