Messaggio sul profilo Facebook di Fabrizio Corona. Ma il post non è suo, l’ha inserito l’autista. Il fotografo dei paparazzi è ancora in Italia o già è scappato all’estero?

Fabrizio Corona

«Quando la tempesta sarà finita, probabilmente non saprai neanche tu come hai fatto ad attraversarla e a uscirne vivo. Anzi, non sarai neanche sicuro se sia finita per davvero. Ma su un punto non c’è dubbio. Ed è che tu, uscito da quel vento, non sarai lo stesso che vi è entrato».

Si tratta di una citazione di un autore contemporaneo giapponese, Haruki Murakami, saggista e traduttore, con un grande seguito sui media, che ha scritto, tra gli altri, un volume dal titolo `Kafka sulla spiaggia´, da cui è tratta la frase. In un’ora ha già ricevuto circa 2 mila apprezzamenti di altri utenti della pagina, molti dei quali inneggiano a lui, alla sua fuga e alla sua «liberazione». Sul suo sito ufficiale aveva già pubblicato un ironico `coming soon´. E prima del messaggio letterario aveva spostato, il 16 novembre scorso, un avviso per rinviare uno stage dal 19 gennaio al 26 successivo.

Il messaggio è stato postato alle 15 circa di oggi sul profilo di Fabrizio Corona, il fotografo dei Vip ricercato dalla polizia dopo la condanna definitiva a cinque anni per estorsione, apparentememente proprio dallo stesso Corona, con la dicitura «nei pressi di Quarto Oggiaro, Lombardia tramite cellulare». Secondo il sistema di localizzazione del social network e stato inviato da un telefono cellulare circa un’ora fa da Quarto Oggiaro, un quartiere nella periferia nord della città. Il messaggio non è stato fatto da lui.Lo ha accertato la polizia milanese, che indaga sulla sua fuga, scoprendo che a pubblicare la citazione letteraria sul diario del suo profilo Fb è stato il suo autista e collaboratore, da Quarto Oggiaro, a Milano, utilizzando le sue credenziali.

Il fotografo dei vip che da ieri è ufficialmente un latitante, è «attivamente ricercato» dalla polizia milanese e non solo. Le ricerche, infatti, sono state estese anche all’estero sin da ieri.Secondo indiscrezioni, però, non si darebbe per scontata l’ipotesi di una fuga definitiva, che pure potrebbe essersi indirizzata all’estero sin dalle prime ore di irreperibilità. Ci sarebbe ancora lo spazio, forse, per un rientro e una spontanea consegna alle forze dell’ordine. Sulla delicata vicenda, che ha causato reazioni negative da parte dell’autorità giudiziaria che ha in carico i provvedimenti cautelari sull’ex manager-paparazzo, viene ovviamente mantenuto il massimo riserbo, ma gli inquirenti non escludono che Corona si consegni spontaneamente. Alle sue ricerche, comunque, partecipano tutte le sezioni investigative della polizia milanese, che sta ricostruendo quanto da lui fatto, l’altro ieri mattina, e con chi.

© Riproduzione Riservata

Commenti