Il prof: “Cav senza credibilità qui e all’estero. Parlare di alleanza con Bersani è prematuro, ci porta ad annegare”

Mario Monti attacca Berlusconi

 

Silvio Berlusconi è come “il pifferaio magico” della favola che “porta i topini ad annegare”. E’ il giudizio di Mario Monti, espresso durante la registrazione di Porta a Porta, per il quale “Berlusconi ha già illuso tre volte gli italiani” e ormai “non ha credibilità, neanche all’estero”. Berlusconi sostiene che è vero che Monti ha portato spread così in basso però c’è disoccupazione e le riforme non hanno dato effetto. “Lo sa anche un bambino da che dal momento in cui si da la medicina a quando passa la malattia ci vuole del tempo”ha sottolineato Monti.

Quanto alla riduzione dello spread il premier ha spiegato che: “Questo e dovuto alla riduzione del disavanzo italiano e al riacquisto di credibilità presso il mondo e i mercati che e avvenuto prima di quanto pensassi. questo e dovuto non solo all’Italia anche alla Bce, infatti l’indicatore più significativo non è tanto lo spread rispetto alla Germania ma rispetto alla Spagna. l’Italia ha guadagnato terreno rispetto a Spagna”.

Bersani è convinto di essere il prossimo premier? “E’ una convinzione legittima, e non inverosimile secondo i sondaggi. Ma ognuno di noi è qui per presentare una proposta agli italiani, e la mia è diversa da tutte le altre, perché mira a cambiare il rapporto tra la politica e i cittadini”. Così Monti, che ha proseguito: “Noi non abbiamo una struttura di partito che comporta certe esigenze di mantenimento e di favori. Noi vogliamo attirare, affinché si rimbocchino le maniche – spiega Monti – le forze buone della società civile in tutti i campi. Vogliamo continuare a dire la verità ai cittadini che non sono dei bambini. Gli italiani hanno una grande sfiducia nei partiti, noi facciamo una proposta diversa”. E tra i candidati “io sono quello che ha la maggiore esperienza di governo: ho governato per 10 anni nel governo europeo, e un anno in Italia nella situazione più difficile”.

“Apparirò molto immodesto, ma io voglio che noi prevaliamo: sarà troppo ambizioso dirlo, per qualcuno che è partito due mesi prima delle elezioni e senza le risorse di Berlusconi, ma questa formula politica vuole attirare la maggioranza degli italiani”. Sulla possibile alleanza con Bersani dopo il voto: “Sono argomenti affascinanti, ma comunque prematuri”.

“Non mi sentirei tranquillo se Grillo sedesse al tavolo del consiglio europeo a Bruxelles”, ha aggiunto Monti.

Tra le altre cose Monti ha promesso che ridurrebbe l’Imu sulla prima casa e di non volere una patrimoniale.

A stretto giro la replica del capogruppo Pdl Fabrizio Cicchitto: “Da che pulpito viene la predica… Parlare di presunte promesse mancate di altri quando Monti sa benissimo di avere mancato anche il solenne impegno a non presentarsi alle elezioni, equanto meno grottesco. Quanto al termine pifferaio magico col quale egli maldestramente definisce Berlusconi, ci limitiamo a ricordare a Monti che è un linguaggio più adatto alle favole – come quelle che lui crede di potere continuare a raccontare senza colpo ferire agli italiani – piuttosto che non a un tecnico del suo livello”.

© Riproduzione Riservata

Commenti