Proposta del segretario Pd: “eliminare Imu per chi paga fino a 500 euro, con una tassa personale sui grandi patrimoni, da 1,5 mln catastali. Serve Irpef più bassa”

Pier Luigi Bersani punta sull’Imu più “leggera”

L’Imu andrebbe “eliminata” per chi adesso paga “400-500 euro” e il minor gettito andrebbe compensato alzando le altre aliquote progressivamente e mettendo “un’imposta personale” sui “grandi patrimoni immobiliari”. Lo ha detto il segretario Pd Pier Luigi Bersani a “Porta a porta”. Per “grandi patrimoni”, secondo Bersani, bisognerebbe considerare quelli “sopra 1,5 milioni di euro catastali, che equivalgono a circa 3 milioni sul mercato. Mi pare che ci si può stare”.

Le aliquote Irpef vanno modificate, si tratta di abbassare quella più bassa e alzare un po quella più alta, “ma non pensiamo certo alla Francia”, ha aggiunto il leader del Pd. “Il nostro progetto prevede una semplificazione delle aliquote, un abbassamento dell’aliquota più bassa e una relativa correzione di quella più alta, ma non pensiamo certo alla Francia”.

In generale, Bersani non pensa si debba agire per far pagare di più “i ricchi”, ma piuttosto lavorare per fare “emergere la ricchezza”. Ha spiegato il leader Pd: “Io ho detto stiano pur qui (i super-ricchi, ndr), purché paghino quello che devono pagare. Io non dico paghino di più i ricchi, perché prima di tutto bisogna sapere chi sono i ricchi. Nella condizione attuale posso fare degli elementi di riequilibrio, ma non è questo il punto. Per me il punto è come fare emergere le ricchezze: credo ci sia la possibilità, solo che decidiamo di farlo. Capisco che questo può esporre a dei contraccolpi una maggioranza…”.

© Riproduzione Riservata

Commenti