Durante le feste, anche se non lo sai, sei diventato più “leggero”. Merito del chilogrammo, che è aumentato…

l’eterno problema della bilancia

Mangiare bene è un indiscusso piacere della vita, accumulare peso invece no. Lo si sa e non è certo una novità, ma qualcosa sta cambiando.

Ma per tutti coloro che hanno esagerato durante le feste, arriva una bella notizia, scientificamente garantita: il chilogrammo originale, ovvero la misura con la quale ci rapportiamo per misurare noi stessi e gli oggetti, grazie anche ai suoi multipli e sottomultipli, è diventato sempre leggermente più pesante da quanto è stato creato nel diciannovesimo secolo. Se la misura di riferimento è diventata più pesante, allora tutto il resto sarà diventato più leggero, anche se solo per una frazione di grammo.

Lo dimostra il prototipo originale, ovvero un peso di platino della grandezza di una scatola di fiammiferi, creato nel 1875 e conservato presso l’International Bureau of Weights and Measures a Parigi; altre 40 repliche di quell’esemplare sono invece distribuite nei restanti angoli del globo. Il loro peso è cresciuto, colpa anche dell’inquinamento e delle sostanze che recepiscono in superficie.

Come afferma alla rivista Metrologia Peter Cumpson, professore di sistemi microelettromeccanici all’Università di Newcastle, il cambiamento è piccolo-meno di cento microgrammi-ma sostanziale e ci rende tutti più leggeri rispetto al peso del kg originario di fine 800, col quale ci rapportiamo.

Ma il beneficio psicologico di sapere che l’unità di misura pesa di più potrebbe non durare in eterno: Cumpson e colleghi hanno già scoperto la tecnica che consente di rimuovere le sostanze inquinanti dai pesi. Peggio per noi.

© Riproduzione Riservata

Commenti