Marco Columbro allontanato dal piccolo schermo dopo l’ictus: “pensavano non fossi più all’altezza”. Adesso è tornato per condurre un talk show sul canale Vero Capri

Marco Columbro

Marco Columbro è stato uno dei volti storici della televisione italiana, conduttore di alcuni tra i programmi più di successo di Mediaset, ma negli ultimi anni la sua carriera, complice l’aneurisma cerebrale di cui è stato vittima nel 2000, ha subito una battuta d’arresto.

Tornato recentemente in tv per condurre un talk show sul canale Vero Capri, il conduttore si è sfogato nel corso di un’intervista su Diva e Donna, spiegando quelli che sarebbero veri motivi della sua lunga assenza dal piccolo schermo.

“Io ero a casa, aspettavo la chiamata da qualcuno, ma non è mai arrivata. Forse hanno pensato che fossi rincoglionito dopo la malattia, che ero da rottamare. C’è stata una grande pigrizia nei miei confronti, un modo facile di chiudere con una persona che ha fatto 25 anni di tv. Il nostro mondo non vive di grandi riconoscenze”, è stato il commento amareggiato di Columbro, che ha proseguito dando il proprio giudizio sullo stato della televisione italiana di oggi: “Io spero sia solo malata e che non sia una malattia degenerativa. La malattia più evidente è la mancanza di denaro, non c’è più un euro. Ma quella più grave è la mancanza di coraggio”.

Non solo critiche, però, ma anche qualche parola buona spesa in favore dell’amica e collega storica Lorella Cuccarini, con cui Columbro ha formato per anni una delle coppie più solide e brillanti di Mediaset: “Sta facendo il suo lavoro egregiamente, con la classe che ha e i mezzi che le danno. Ci completavamo a vicenda, insieme abbiamo fatto un pezzo di storia della tv e qualcuno ancora se lo ricorda”. Nonostante l’amarezza, il conduttore continua a portare avanti la sua avventura su Vero Tv, alternandosi, sotto la guida di Maurizio Costanzo, alla conduzione di vari talk show con alcuni altri colleghi storici, tra cui Laura Freddi, Corrado Tedeschi e Marisa Laurito.

© Riproduzione Riservata

Commenti