Al “San Paolo” prova di forza dei partenopei che piegano 4-1 la Roma di Zeman grazie a una sontuosa tripletta di Cavani e ora rivedono la Juventus nella lotta scudetto

Edinson Cavani stende la Roma con una tripletta

Il solito “mostruoso” Edinson Cavani riapre la storia del campionato. Al San Paolo il Napoli piega 4-1 la Roma grazie alla tripletta del bomber uruguaiano e al gol nel finale di Maggio, inutile la rete della bandiera di Osvaldo.

I partenopei chiudono così il girone d’andata solitari al terzo posto con 37 punti, a 2 lunghezze dalla Lazio e a 7 dalla capolista Juventus. Ma i punti degli azzurri sarebbero, in effetti, 39 considerando il -2 di penalizzazione per la discutibile vicenda Gianello. E tra poche settimane (venerdì 1 marzo) a “Fuorigrotta” arriverà la capolista per uno scontro diretto e la sfida dell’anno che probabilmente deciderà tutto.

Contro la Roma Mazzarri ripropone Pandev con Hamsik e Cavani, mentre Zeman rinuncia a Osvaldo e schiera Destro al fianco di Totti e Lamela. Pronti-via e il Napoli passa: al 4′ Cavani riceve proprio da Pandev, anticipa Goicoechea e deposita in rete per il vantaggio azzurro. Alla mezz’ora Destro ha la grande opportunità per pareggiare ma De Sanctis è bravissimo in uscita a chiudergli lo spazio per il tiro. In chiusura di frazione ci provano anche Lamela e Pjanic, ma le loro conclusioni non centrano il bersaglio grosso. Si va al riposo sull’ 1-0.

Nella ripresa pioggia di gol. Al minuto 48 Cavani raddoppia con un sinistro in area dopo un tocco sfortunato di Balzaretti. Al 60′ ancora Destro ha sui piedi la palla per riaprire il match, ma De Sanctis è superlativo e dice no. Otto minuti dopo ancora l’estremo difensore azzurro compie un doppio miracolo su Lamela e Pjanic, poi Bradley si mangia un gol fatto e spara sul fondo. Gol sbagliato, gol subito: al 70′ Cavani cala il tris con un colpo di testa su angolo di Pandev.

La Roma prova a reagire e Osvaldo, tre minuti più tardi, realizza l’1-3, servito in area alla perfezione da Pjanic. Ma è un fuoco di paglia: al 74′ lo stesso Pjanic si fa espellere per doppia ammonizione e al 90′ Maggio chiude i conti facendo esplodere la festa al San Paolo.

Nel prossimo turno, la prima giornata di ritorno, i partenopei ospiteranno il Palermo, mentre la Roma cercherà il riscatto sul difficile campo del Catania. La Juve andrà, invece, a Parma.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=gYeEVHR2RUw[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti