Carmen Russo a febbraio diventerà mamma a 53 anni e ha già scelto di chiamare la sua bambina Maria. La showgirl ed Enzo Paolo Turchi uniti contro le critiche

Carmen Russo ed Enzo Paolo Turchi

Si chiamerà Maria la bambina che Carmen Russo darà alla luce a metà febbraio con parto cesareo. “Ho scelto questo nome perché sono rimasta incinta poco tempo dopo aver compiuto un toccante viaggio a Medjugorje, dove ho pregato la Vergine Maria nei luoghi delle sue apparizioni”, racconta con commozione la showgirl sulle pagine di Di Più.

Tra poco più di un mese potrà abbracciare la creatura che porta in grembo, quella tanto desiderata che è finalmente arrivata dopo otto anni di tentativi falliti e una fecondazione assistita andata a buon fine. “So bene che non ho l’età di una ragazzina, ho cinquantatré anni, e non voglio correre alcun rischio. Per esempio fino al terzo mese ho continuato a ballare. Ma i medici mi hanno suggerito di smettere per non sforzarmi e io ho obbedito. Adesso faccio solo mezz’ora di allungamenti di mattina. Per il resto, le analisi mostrano che sono in perfetta forma”.

Ma se la futura mamma è tranquilla non si può dire lo stesso del marito Enzo Paolo che sta vivendo questo periodo magico con una punta di apprensione. “So che si preoccupa per il mio bene, ma a volte esagera. Scaramucce a parte, la gravidanza sta facendo soltanto bene al nostro rapporto di coppia. Siamo sempre più uniti, anche contro le critiche”, racconta Carmen.

Ora che anche il nome è stato scelto e svelato, la Russo si prepara per vivere questa nuova esperienza certa che la differenza di anni che separa lei ed Enzo Paolo dalla piccola Maria non sia un problema: “Diventare genitori alla nostra età ci consentirà di fare un grande regalo a nostra figlia: potremmo trasmetterle un enorme bagaglio di esperienza. I nostri pensieri sono rivolti unicamente alla nascita di Maria, e abbiamo già deciso quale sarà il primo viaggio che faremo tutti e tre insieme”. Ovviamente a Medjugorje.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=Pr0aO7GKskU[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti