Fattore vitale l’intesa negli Usa sul fiscal cliff, evitata cosi l’ennesima serie di aumenti di tasse e tagli di spesa che avrebbero frenato l’economia. Euforia sui mercati, Piazza Affari fa un balzo del 4% . Fabbisogno in calo

lo spread scende sotto la quota Monti

Piazza Affari in volo e spread in netto calo nel primo giorni di mercati aperti dell’anno. A spingere i listini l’ottimismo diffusosi fra gli investitori dopo l’intesa negli Stati Uniti per evitare il cosiddetto “fiscal cliff”, cioè la serie di aumenti di imposta e tagli di spesa che sarebbero scattati in caso di mancato accordo fra democratici e repubblicani. Una serie di misure che secondo molti osservatori avrebbero provocato una nuova recessione negli Usa, evitata quindi per un soffio e dunque salutata dalle borse con un deciso rialzo.

Il differenziale fra Btp e Bund scende sotto quota 300 fino a un minimo di 283 punti base, con il rendimento del Btp a 10 anni in calo al 4,27%. «Oggi lo spread tra Btp e Bund tedeschi ha finalmente toccato i 287 punti», scrive il premier Mario Monti su Twitter. Monti sottolinea il livello raggiunto perché lui stesso lo aveva fissato come obiettivo, il 3 dicembre scorso durante una conferenza stampa a Lione in Francia. Monti quel giorno confessò: «Per me c’è un livello di spread, che è 287 punti base, che rappresenta, e spero venga presto toccato, un punto particolarmente significativo», ossia la metà di quei 574 punti ereditati dal governo Berlusconi a novembre 2011.

A Milano l’indice Ftse Mib sale di quasi il 4%. Il listino italiano guida la volata chiudendo con un balzo del 3,81%. Meglio di Madrid, Parigi e Londra (in crescita del 2% circa). In forte rialzo soprattutto i bancari con Intesa su del 5,77%. Anche Wall Street chiude in terreno positivo sulla scia dell’accordo sul fiscal cliff. Il Dow Jones sale del 2,35% a 13.411,94 punti, il Nasdaq avanza del 3,07% a 3.112,26 punti mentre lo S&P 500 mette a segno un progresso del 2,39% a 1.460,62 punti.

Ma l’atteso rally di Wall Street dopo l’accordo sul fiscal cliff sarà, secondo alcuni analisti, probabilmente di breve durata, con investitori ed economisti che già guardano alle prossime sfide per l’economia, con l’aumento del tetto del debito nel mirino. «Anche se i mercati saliranno sarà un rally di breve durata: quanto in là ci si può spingere prima di trovarsi di nuovo di fronte a una situazione simile?», afferma con il Wall Street Journal Dan Greenhaus, della società di brokerage di BTIG. «Potremmo sperimentare un iniziale rally che sarebbe come un sospiro di sollievo. La risposta, però, potrebbe anche essere muta perché l’accordo lascia irrisolti molti problemi di lungo termine» mette in evidenza Gary Thayer, analista di Wells Fargo.

A preoccupare è il fatto che l’accordo sul fiscal cliff non riguarda l’aumento del tetto del debito e rimanda 110 miliardi di dollari di tagli alla difesa e ad altri programmi governativi fino a marzo. Il presidente americano Barack Obama ha messo in guardia che non intende negoziare sull’aumento del tetto del debito e che se il Congresso non concederà al governo la possibilità di pagare in tempo il proprio debito le conseguenze saranno ancora più catastrofiche sull’economia mondiale di un eventuale mancato accordo sul fiscal cliff.

Chiude intanto con uno sprint finale il fabbisogno del settore statale italiano che, nel 2012, scende a 48,5 miliardi di euro, ben 15,2 miliardi in meno rispetto al 2011 quando aveva totalizzato quota 63,8 miliardi e confermando il trend seguito nel corso dei 12 mesi. «Un miglioramento significativo» afferma il ministero dell’Economia, che sottolinea l’andamento più favorevole «degli incassi fiscali». Nel solo mese di dicembre, complice anche l’Imu (che ha fruttato un incasso di 13,5 miliardi), l’avanzo è stato di 14,1 miliardi, maggiore di circa 8,4 miliardi rispetto a quello realizzato nel dicembre 2011 (5,6 miliardi). Inoltre al netto del versamento al capitale Esm (European Stability Mechanism, il fondo salva stati europeo), il
fabbisogno dell’anno si sarebbe attestato a circa 42,8 miliardi.

© Riproduzione Riservata

Commenti