Genio Civile rimanda gli atti al Comune di Taormina: il dirigente dell’Utc è incompatibile con la nomina a direttore dei lavori. Ecco per quale motivo

via Crocifisso ancora in attesa dei lavori di maquillage

 

Ennesimo fuori-programma nell’iter per i discussi lavori di ammodernamento della via Crocifisso, da tempo fermi e in attesa di riprendere per la fase finale. Con apposita determina sindacale, infatti, il Comune di Taormina ha dovuto sostituire nelle scorse ore il direttore dei lavori in precedenza incaricato. Il Genio Civile di Messina, nel’ambito dell’istruttoria del progetto, ha restituito, privi del richiesto parere, gli elaborati relativi ai lavori in questione, esponendo che “la progettazione, la redazione dei calcoli e la Direzione dei Lavori delle opere in esame, affidata all’ arch. Giuseppe Di Vincenzo”, comporta in sostanza una situazione di incompatibilità.

La nomina del tecnico, che è l’attuale dirigente dell’Utc di Taormina, secondo quanto comunicato dal Genio Civile “è in contrasto con le norme attinenti il riparto di competenze tra ingegneri e architetti, disciplinato dal R.D. 23/10/1925 n. 2537 (art. 51 e 52) indicando che esulano dalla sfera di competenza dell’Architetto la progettazione, la redazione dei calcoli, la direzione lavori di opere di urbanizzazione primaria con particolare riferimento alle strade extraurbane, impianti di depurazione e opere idrauliche, nonché le opere ferroviarie e gli impianti industriali”.

“L’Amministrazione Comunale – si legge nella determina formalizzata nelle scorse ore dal Comune – ha urgente necessità di ultimare i lavori della “salita S. Vincenzo”, iniziati già da diverso tempo, e intende provvedere con estrema urgenza alla nuova nomina del direttore Lavori, progettista e calcolista della perizia di variante e suppletiva, tralasciando per il momento, qualsiasi iniziativa che possa generare approfondimenti e polemiche tra le categorie professionali interessate all’argomento, Ingegneri ed Architetti, che certamente porterebbe ad una ulteriore perdita di tempo per la realizzazione dei lavori”.

“L’ing. Antonio Farruggio, già nominato a far parte dell’Ufficio della Direzione dei Lavori, con determina n. 54 del 09/05/2012, nella qualità di Direttore Operativo, quindi già a conoscenza delle problematiche relative al progetto di che trattasi, interpellato per le vie brevi, si è reso disponibile ad accettare l’incarico di direttore dei Lavori, progettista e calcolista della perizia di variante e suppletiva dei lavori in oggetto”. E dunque, il primo cittadino Mauro Passalacqua e proprio il dirigente Utc, l’arch. Di Vincenzo, hanno ora indicato Farruggio nuovo direttore dei lavori. La perizia di variante è stata, intanto, trasmessa all’Assessorato Regionale alle Infrastrutture e Mobilità – Dipartimento Infrastrutture, acquisiti tutti i pareri necessari, ed approvata con decreto assessoriale.

I calcoli strutturali, ai fini del parere di competenza, verranno ora nuovamente inviati al Genio Civile. Dopo le recenti polemiche che hanno riguardato la situazione dei torrenti, e della viabilità limitrofa agli alvei, stavolta la Giunta ha preferito non imbattersi in una nuova contesa e ha preferito provvedere al cambio immediato del direttore dei lavori. Si tratta di interventi particolarmente attesi a Taormina e che sono finiti nell’occhio del ciclone ed anche nel mirino della Guardia di Finanza.

Il Comune ha fatto sapere, intanto, di aver convocato l’impresa che dovrà eseguire i lavori di completamento della carrabile. L’Esecutivo ha inteso evidenziare che “la strada, fino a questo momento, in virtù di precedenti opere indirizzate a regolare la raccolta delle acque piovane, ha resistito ai rovinosi eventi atmosferici succedutisi in questi mesi”.

© Riproduzione Riservata

Commenti