Barack Obama

Avvertimento del presidente americano Barack Obama al Congresso: “faccia il suo dovere per il bene popolare”

 

In caso di mancato accordo sul ‘fiscal cliff’ i democratici sono pronti a presentare al Congresso americano, per farlo votare lunedì, un testo di legge che evita un aumento delle tasse per le famiglie con un reddito fino ai 250.000 dollari l’anno. Obama, insomma, lancia l’ultimatum.

Obama: i ricchi paghino di più. «Un piano equilibrato che protegga la classe media, tagli le spese in maniera responsabile e chieda ai più ricchi di pagare un po’ di più: questa è la cosa giusta per la nostra economia»: ha spiegato il presidente Usa, rivolgendosi alle famiglie americane.

«Proteggo io la middle class». Sul fiscal cliff «possiamo ancora raggiungere un accordo bipartisan. Se così non sarà chiederò al Congresso di votare un pacchetto di misure per evitare un aumento delle tasse per la classe media», ha aggiunto.

«Il Congresso deve fare il suo dovere». «Non possiamo permettere che la politica di Washington ostacoli il progresso del Paese», ha quindi detto Obama, invitando il Congresso a fare il suo dovere e ad «agire ora» per evitare le conseguenze del ‘fiscal cliff’. «La nostra economia – ha sottolineato nel tradizionale messaggio del sabato – sta crescendo e non può subire ferite che ci auto-infliggiamo a causa della politica. La gente che è stata mandata a Washington deve quindi fare il suo dovere». Ancora – ha aggiunto Obama – «il mercato immobiliare è sulla strada della guarigione, ma potrebbe tornare allo stallo se la gente si ritrova all’improvviso con una busta paga ridotta. Il tasso di disoccupazione, poi, è il più basso dal 2008, ma famiglie ed imprese cominciano a temere per le disfunzione che vedono a Washington». «Voi – ha concluso – fate fronte alle vostre scadenze e alle vostre responsabilità ogni giorno. Quelli che avete mandato a Washington a servire dovrebbero fare lo stesso».

© Riproduzione Riservata

Commenti