I giallorossi battono 4-2 la squadra di Allegri, tre punti anche per Lazio, Napoli e Fiorentina. L’Inter pareggia

l’esultanza della squadra romanista contro il Milan

Dopo la vittoria della Juventus col Cagliari e il pari dell’Inter in casa col Genoa, l’ultimo turno di serie A del 2012 sorride a Lazio, Fiorentina, Napoli e Roma.

La squadra di Petkovic, grazie al successo per 1-0 a Marassi contro la Sampdoria del grande ex Delio Rossi, al debutto sulla panchina blucerchiata, è solitaria al secondo posto della classifica con 36 punti, a meno 8 dalla Juve. Decisiva la rete del ‘profeta’ Hernanes al 31′.

Successo esterno anche per la formazione di Montella che aggancia l’Inter al terzo posto a 35 punti. I viola passano 3-0 al Barbera di Palermo con doppietta di Jovetic che segna al 50′ e all’83’ su rigore, e rete di Rodriguez all’89’, sempre dal dischetto. I rosanero di Gasperini restano terz’ultimi con 15 punti.

Al quinto posto, con 34 punti, c’è il Napoli (al momento penalizzato di 2 punti) che a Siena passa 2-0 grazie alle reti nel finale di Maggio all’86’ e di Cavani su rigore al 90′. Dopo la rabbia per l’ingiusto coinvolgimento nel calcioscommesse, la squadra di Mazzarri trova un successo per trascorrere le feste in maniera serena.

Troppa Roma nel posticipo per il Milan. I giallorossi battono 4-2 i rossoneri. Per gli uomini di Zeman reti di Burdisso, Osvaldo e doppietta di Lamela. Inutili i gol di Pazzini su rigore e Bojan nel finale.

Al 13′ arriva il vantaggio giallorosso con il colpo di testa vincente di Burdisso sull’angolo calciato da Pjanic. Il Milan non ci sta e va vicinissimo al pareggio con El Shaarawy che, imbeccato da Robinho, si fa ipnotizzare in uscita da Goicoechea e non riesce a concludere in rete. Al 23′ arriva il raddoppio giallorosso con Osvaldo che svetta di testa in area sul cross chirurgico di Totti. Il Milan esce dal match ed arriva puntuale la terza rete targata Lamela. ‘El Coco’ sfrutta un assist al bacio di De Rossi per infilare Amelia. Il primo tempo termina così sul punteggio di 3-0 per la squadra allenata da Zeman.

Nella ripresa Totti sfiora subito il quarto gol con un sinistro che lambisce il palo. Allegri inserisce Pazzini al posto di Nocerino per dare maggiore spinta offensiva ma il Milan non è in serata e al 61′ subisce il poker: cross dalla sinistra di Balzaretti, difesa rossonera allo sbando e Lamela, tutto solo, schiaccia in rete. I rossoneri, sotto di 4 gol, sono anche sfortunati al 26′ quando Boateng colpisce il palo da pochi passi, sulla ribattuta Montolivo calcia debole tra le braccia di Goicoechea. Due minuti più tardi il portierone giallorosso si supera su un tiro angolato di Bojan subentrato a Robinho. Al 33′ Rocchi espelle Marquinhos per un fallo di mano da ultimo uomo sull’iniziativa di El Shaarawy lanciato a rete. Al 42′ Goicoechea stende in area Pazzini, partito in fuorigioco: Rocchi non ha dubbi e concede il rigore. Dal dischetto è lo stesso Pazzini a realizzare. Il Milan crede nell’impresa e un minuto più tardi Bojan va in rete dopo la respinta corta del portiere giallorosso sul colpo di testa di Pazzini. A nulla però serve il forcing finale dei rossoneri ed il match termina così 4-2.

Con questo risultato la Roma sale a quota 32 in classifica, mentre il Milan resta fermo a 27. Alla ripresa del campionato, i rossoneri ospiteranno a San Siro il Siena mentre i giallorossi faranno visita al Napoli in un big match d’alta classifica.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xw5isp_sintesi-sky-roma-4-2-milan-22-12-2012_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti