Il conduttore Fabio Fazio svela i protagonisti musicali del festival della canzone: ma la data rimane un rebus

Fabio Fazio, conduttore del Festival di Sanremo

Fabio Fazio, conduttore e direttore artistico della 63ma edizione del Festival di Sanremo, ha reso nota ufficialmente la lista dei 14 cantanti della categoria Big che ascolteremo quest’anno sul palco dell’Ariston.

“Il problema è sempre lo stesso: solo 14 posti e molto rammarico per quelli a cui abbiamo dovuto rinunciare”, aveva twittato Fazio in mattinata, anticipando di aver consegnato la lista a Vincenzo Mollica.

Il criterio principale che ha guidato la scelta – sempre stando alle parole del conduttore – è stato quello della contemporaneità, cercata attraverso 2 elementi, la popolarità e, soprattutto, la qualità delle canzoni.

«Vogliamo che al centro del festival ci sia appunto la qualità e contemporaneità perchè vogliamo far sentire l’evento il più vicino possibile ai gusti della gente, ed è un peccato non aver potuto inserire tutti gli artisti che avremmo voluto. Questo festival – conclude Fazio – sarà una grande festa e ci sarà anche il coinvolgimento di altri artisti che hanno fatto grande il festival nella sua storia».

«Nessun comunque pregiudizio verso i talent. Anzi: è il pop di oggi», aveva twittato nelle scorse ore sempre il conduttore.

Il cast è un mix che va proprio dal talent alla canzone d’autore al rock alternativo, passando per gli imprevedibili Elio e le Storie Tese. La commissione selezionatrice, diretta da Pagani, ha fatto scelte audaci e inconsuete. Suonerà e canterà i Marta sui tubi, pop indipendente e intelligente mentre Maria Nazionale (vista al festival con Nino D’Angelo) fa una canzone di stampo teatrale. Notevoli gli Almamegretta, tornati con Raiz alla formazione originale, un nome storico del rock-hip hop-etnofolk, partenopei che spaziano in tutto il Mediterraneo. Manca l’hip hop. Dai talent show – ormapi presenze immancabili – arrivano la vincitrice dei giorni scorsi di X Factor, Chiara Galiazzo, Marco Mengoni, dal medesimo show, Annalisa Scarrone, che viene da Amici (da lì fu lanciata la vincitrice del 2012 Emma).

Indubbia la qualità di artisti come Daniele Silvestri, un veterano di Sanremo che ha abituato l’Ariston a performance sorprendenti, Simone Cristicchi (vincitore nel 2007), Malika Ayane, Raphael Gualazzi, un talento pieno di swing venuto fuori nell’ultima sezione Giovani del festival, Max Gazzè (un altro veterano del festival), la coppia Simona Molinari-Peter Cincotti. I Modà fanno un pop facile e alla moda e al momento sono molto amati dai giovanissimi. Elio e le Storie Tese parteciparono nel ’96 con la storica ‘La terra dei cachi’ (suonarono vestiti da Rockets).

Infine i meccanismi di voto: il ritorno alla Giuria di qualità, il cui voto nella finale peserà per il 50%, attenua l’effetto talent sul televoto e rende meno scontato il risultato finale.

Adesso resta da sciogliere un ultimo nodo, quello più importante: la data dell’evento. Le elezioni politiche, qualora dovessero tenersi il 17 febbraio, potrebbero determinare uno slittamento a marzo della kermesse sanremese sin qui prevista dal 12 al 16 febbraio al Teatro Ariston.

Ma, intanto, ecco la lista completa degli artisti in gara e i titoli delle canzoni che interpreteranno:

Almamegretta
Mamma non lo sa
Onda che vai

Annalisa
Non so ballare
Scintille

Chiara
L’esperienza dell’amore
Il futuro che sarà

Daniele Silvestri
A bocca chiusa
Il bisogno di te

Elio e le storie tese
Dannati forever
La canzone mononota

Malika Ayane
Niente
E se poi

Marco Mengoni
Bellissimo
L’essenziale

Maria Nazionale
Quando non parlo
E’ colpa mia

Marta sui tubi
Dispari
Vorrei

Max Gazzé
Sotto casa
I tuoi maledettisimi impegni

Modà
Come l’acqua dentro il mare
Se si potesse non morire

Raphael Gualazzi
Sai (ci basta un sogno)
Senza ritegno

Simona Molinari con Peter Cincotti
Dr. Jekyll and Mr. Hide
La felicità

Simone Cristicchi
Mi manchi
La prima volta

© Riproduzione Riservata

Commenti