Oro, bambini, Imu, omofobia. “Analizzati” i primi 20mila tweet con hashtag #faiunadomandaalpapa

subito boom di domande per Papa Benedetto IXVI su Twitter

Chiesa, oro, bambino, Natale, verità e domenica. Fare, potere e dire. E ancora: ricusare l’omofobia, la pedofilia e pagare l’Imu. Dopo il debutto di Benedetto XVI con la sua prima “benedizione virtuale” nei giorni scorsi, su Twitter si parla di fede, preghiera e famiglia; ma analizzando i primi tweet contenenti l’hashtag #faiunadomandaalpapa compaiono concetti legati al pagamento della tassa sulle proprietà immobiliari, al possesso di oro del mondo ecclesiale e riflessioni più serie legate a bambini e omosessualità, pedofilia e Natale.

E’ quanto emerge da un’analisi fatta Expert System, azienda nel settore informativo di Modena, utilizzando il software semantico “Cogito” in grado di comprendere automaticamente ogni tipo di testo. Su un campione di 20mila tweet lanciati quando ancora il papa non aveva inviato alcun “cinguettio”, circa un tweet su 4 è stato ritwittato dalla comunità degli utenti.

“Tramite l’analisi semantica dei temi e dei concetti più rilevanti citati nei tweet fino ad oggi – ha spiegato Marco Varone, presidente di Expert System -, abbiamo ottenuto uno spaccato di problemi sociali già ampiamente discussi, come la povertà e la coerenza al Vangelo, sui quali da tempo la Chiesa viene interpellata. In questo senso Twitter può rappresentare per il Vaticano, oltre che un canale di diffusione del messaggio di fede, anche un importante punto di ascolto per raccogliere tutte le domande e le opinioni degli utenti a proposito di temi così importanti”.

Gli utenti di Twitter, nel rivolgere una domanda al papa, a proposito di bambini citano termini che richiamano in parte il tema della povertà (Africa, mangiare, sfamare, oro, terzo mondo) e in parte quello della pedofilia (stuprare, violentare, molestare). Puntando l’attenzione sul concetto di oro, la ricerca rileva termini collegati principalmente al problema della povertà: sfamare, Africa, bambini, regalare, povero, morire di fame, soldi.

Expert System ha indagato poi la reazione degli utenti in seguito ai primi tweet ufficiali inviati da Benedetto XVI. Gli oltre 15mila tweet analizzati evidenziano che oltre agli aspetti religiosi, si discute di temi sociali e salute. Il tema citato dal pontefice che sembra aver riscosso maggior attenzione è relativo a Gesù, quindi fede e preghiera, un po meno speranza, famiglia, vita, amore e lavoro, per ultimo il Vangelo.

Compaiono poi i concetti di benedizione, gioia e cuore, in relazione al primo cinguettio di Benedetto XVI, ma restano molto presenti anche pagare, Imu, oro e soldi. Rispetto ai giorni scorsi sono stati riscontrati ancora molti messaggi banali, si parla meno di bambini e omosessualità, pedofilia e Natale e si colgono richieste e giudizi su tematiche serie. Sembra quindi che gli utenti abbiano risposto soprattutto agli stimoli inviati dal Pontefice.

Insomma è già boom di contatti per il Papa su Twitter e il trend di contatti sarà sempre più intenso. Il suo account, @Pontifex, in otto lingue, ha superato in poche ore un milione e 600 mila follower. Benedetto XVI aveva lanciato nelle scorse ore il suo primo tweet al termine dell’udienza generale: accanto a lui cinque ragazzi in rappresentanza dei cinque Continenti.

“Cari amici, è con gioia che mi unisco a voi, grazie per la vostra generosa risposta, vi benedico di cuore”. Così, nella traduzione dell’inglese, il primo tweet inviato personalmente da Benedetto XVI con un tablet, al termine dell’udienza generale.

Subito dopo la benedizione in udienza generale il Papa ha pigiato lo schermo a contatto e inviato il primo tweet. Durante la giornata risponderà complessivamente a tre domande, da tre continenti, ma non lo farà personalmente. Dunque questo primo, il cui testo è stato diffuso prima sull’account inglese @pontifex_eh, è stato l’unico inviato direttamente da papa Ratzinger.

“Come possiamo vivere meglio l’anno della fede nel nostro quotidiano?”. E’ la prima domanda cui ha dato risposta il Papa via twitter. Ecco la risposta: “Dialoga con Gesù nella preghiera, ascolta Gesù che ti parla nel Vangelo, incontra Gesù presente in chi ha bisogno”.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xvurfr_il-papa-cinguetta-via-twitter_news?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti