“Se il premier si candida noi saremo al suo fianco. Pericolo adesso non è lo spread ma declino morale”

Luca Cordero di Montezemolo

Mentre l’Europa silura Silvio Berlusconi e “osanna” Mario Monti, al fianco dell’attuale premier si schiera sempre più senza riserve il leader di Italia Futura, Luca Cordero Montezemolo. La sua è una conferma, il sì che consacra la volontà di intraprendere un percorso politico centrista che vederebbe come candidato a Palazzo Chigi il professore.

“Sono ottimista, credo che una persona come Monti sia il primo a rendersi conto di quanto ci sia ancora da fare. Bisogna focalizzarsi su poche fondamentali priorita’ e cercare di unire tutti verso queste priorita”. Lo ha affermato Montezemolo, ad Agorà, su Rai Tre, in riferimento alla eventuale disponibilità di Mario Monti a candidarsi premier per la prossima legislatura.

Al conduttore che gli chiedeva se, in questo caso, scenderebbe in campo, il leader di Italia Futura risponde: “lo confermo”.

Per il leader di “Italia Futura” il vero pericolo adesso non è lo spread, ma il declino morale della società e la disoccupazione giovanile.

Il segnale che l’Italia è sull’orlo del precipizio non arriva dallo spread o dalle reazioni dei mercati finanziari dopo l’annuncio di dimissioni del presidente del Consiglio Mario Monti, ma dentro la stessa società. Ne è convinto Montezemolo secondo il quale “nessuna maledizione condannerà il paese al declino e alla rassegnazione”.

“Sono tre anni che come italia futura abbiamo lavorato tanto per sensibilizzare la societa’ civile, credo oggi si debba fare di tutto per evitare che si possa avere lo stesso schema dopo il ’94”.

“Non solo lo spread, i mercati e la Banca europea ci danno un segnale del precipizio – ha spiegato -: il precipizio è dentro di noi, nella nostra società” e si vede in particolare “nel grave grado di corruzione e nei livelli di disoccupazione giovanile”. Sono “questi gli spread che ci separano dagli altri paesi”.

E aggiunge, dichiarandosi a fianco di Monti: “Se Monti, come auspichiamo con rispetto e fiducia, vorrà interpretare nel modo più alto il suo spirito di servizio alla guida del paese, noi e voi saremo al suo fianco con grinta e determinazione. Poche priorità e basta con un clima di rissa con cui poi non si riesce a fare niente”.

“Vogliamo sostenere con grinta e determinazione – conclude Montezemolo – un nuovo impegno alla guida del Paese. Monti non è andato a cercare gli Scilipoti di turno per garantirsi qualche giorno di piu’ a Palazzo Chigi né ha cercato alleanze impossibili. Il premier farà quello che riterrà più opportuno per lui e per il Paese e se, come mi auguro, riterrà di essere con noi, nei modi piu’ opportuni, non ci tireremo da parte”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=7hdK1oBwRjY[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti