La marocchina non si presenta al processo contro il Cavaliere. L’ira della Boccassini: “è una strategia di Berlusconi. Vorrebbe allungare i tempi in vista delle elezioni”. Ghedini replica: “aggressione alla difesa”

Karima El Mahroug, detta Ruby

Karima El Mahroug, meglio conosciuta come Ruby, è scomparsa. “Questa è una strategia per dilatare i tempi del processo per arrivare alla campagna elettorale”. Lo ha affermato il procuratore aggiunto Ilda Boccassini nel corso dell’udienza del processo Ruby a carico di Silvio Berlusconi, commentando l’assenza immotivata della marocchina.

“Ho cercato di mettermi in contatto con la ragazza – ha spiegato il legale di Ruby, che oggi non si è presentata a testimoniare – ma il suo cellulare è staccato”.

Ruby non si è presentata a testimoniare senza documentare il motivo dell’assenza e così, all’inizio dell’udienza, c’è stato un duro scontro tra la Boccassini e i legali di Berlusconi, gli avvocati Niccolò Ghedini e Piero Longo. L’avvocato di Ruby ha spiegato che la giovane è all’estero e non si sa quando potrà essere disponibile a testimoniare.

Dopo la mancata presenza di Ruby in udienza, la Boccassini ha chiesto la “decadenza” del teste, spiegando di non credere ai motivi presentati dai legali della donna. “Questa assenza non è documentata – ha detto -. Io non credo a quello che ci viene prospettato in udienza, questa è una strategia per dilatare i tempi del processo e arrivare in campagna elettorale”.

Di fronte alle dichiarazioni del pm, Ghedini è intervenuto dicendo: “Questo è intollerabile, questa è una aggressione alla difesa”. E la Boccassini, che più volte durante il processo si era lamentata per le assenze dei testimoni citati dalla difesa, ha aggiunto: “Conosco le strategie della difesa dell’imputato Berlusconi da tempo”. I giudici si sono poi ritirati in camera di consiglio per decidere come proseguire in relazione alla testimonianza di Ruby.

“Ho cercato di mettermi in contatto con la ragazza – ha spiegato intanto il legale di Ruby Paola Boccardi -, ma il suo cellulare è staccato e anche quello del suo ragazzo. Lei mi ha mandato un sms per dire che è all’estero ma non ho la documentazione di questo viaggio e non so quando tornerà”. Il legale ha chiarito poi che non può dire se la ragazza riuscirà a essere in aula il 17 dicembre, giorno in cui la difesa ha deciso di citare di nuovo la marocchina. L’avvocato Boccardi ha poi aggiunto che non vede Ruby da un mese, “perché non abbiamo bisogno di incontrarci più spesso”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=DVi9VdLVhM4[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti