Emilio Fede sul palco del Teatro Nuovo di Milano per la presentazione del suo partito politico: è il movimento Vogliamo Vivere. Ma la sala resta desolatamente vuota. “Ho già il 3% secondo i sondaggi, italiani mi voteranno” 

Emilio Fede davanti alla sala deserta

«Cercare di capire e intercettare il malessere della gente». Così Emilio Fede ha spiegato l’obiettivo del movimento «Vogliamo vivere», fondato dall’ex direttore del Tg4. Ad ascoltarlo, in un teatro Nuovo semi-deserto, poche decine di persone. Secondo il giornalista, nonostante il vuoto in platea, alla sua creatura politica i sondaggi accrediterebbero un 3% dei voti.

Emilio Fede presenta il suo movimento, la sala è semivuota

La proposta principale di «Vogliamo vivere», secondo Emilio Fede, è questa: chi guadagna 100mila euro e oltre potrebbe versarne 2.500 a cinque famiglie che rasentano la soglia della povertà. Fede- ha assicurato- lo farà per primo. L’ex direttore del Tg4, in un’intervista, si era lamentato di guadagnare «solo 20mila euro al mese».

Fede non ha risparmiato nessuno nel suo intervento fiume: il premier Mario Monti («continua a dire che stiamo affrontando la crisi e abbiamo tre milioni di famiglie che rasentano la soglia di povertà«), Beppe Grillo («mi fa più ridere adesso di quando faceva il comico»), Antonio Di Pietro («ricordo quando disse ai giornalisti ‘abbiamo preso un pesce grosso’. Era Cagliari che si suicidò innocente in carcere»). Silvio Berlusconi – ha sostenuto sempre Fede- gli ha detto che la nascita del movimento «è una buona idea.

Fede, che a Silvio Berlusconi ha dedicato nella sua lunga carriera diverse «dichiarazioni di amore politico» ritiene che l’ex premier abbia fatto bene a tornare in prima linea. Il Cavaliere lo ha accontentato…

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=n7lyitaUgbo[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti