Erano rimasti intrappolati ma sono stati raggiunti dagli uomini del Soccorso alpino della Gdf. Forte maltempo

l’Etna

E’ finita la brutta avventura del gruppo di 24 boy-scout rimasti isolati questa mattina sull’Etna, a Piano Vetore. I ragazzi, bloccati da una tempesta di neve, sono stati soccorsi dal Soccorso alpino della Guardia di Finanza, che ha raggiunto il gruppo portandolo in salvo nel comune di Nicolosi.

Si è rivelata particolarmente intensa l’ondata di freddo e maltempo che sta imperversando sulla Sicilia, creando numerosi disagi alla popolazione. Da ieri notte su Palermo piove ininterrottamente, e numerose sono state le richieste d’aiuto ai Vigili del fuoco con segnalazioni di allagamenti e strade impraticabili, trasformate in vere e propri fiumi.

Le basse temperature delle ultime ore hanno fatto sì che insieme alla pioggia venisse giù anche la grandine, che per alcune ore ha imbiancato le vie e le colline intorno alla città e le colline.

Nevicate abbondanti si sono registrate sulle Madonie, sui Nebrodi e nel Messinese, anche nella città dello Stretto. Il mare in tempesta ha costretto all’interruzione dei collegamenti con le isole minori, e a Palermo una nave cargo proveniente da Cagliari, ha perso in mare una decina di tir dopo essersi inclinata a causa del forte vento. Fortunatamente l’equipaggio della nave, che in mattinata è arrivata in porto, non ha riportato conseguenze fisiche.

Sono almeno una decina i tir finiti in mare la notte scorsa di fronte alla costa palermitana, dopo che un’onda anomala ha investito in pieno il traghetto Eurocargo Cagliari, della compagnia Grimaldi. La nave era ferma a meno di dieci miglia dal porto di Palermo, in attesa che le condizioni del mare migliorassero e consentissero l’attracco. Il cargo, a causa del forte vento, si è inclinato, facendo scivolare in mare aperto i tir.

Fortunatamente nessun danno è stato riportato dall’equipaggio, e il traghetto adesso è entrato al porto di Palermo.

© Riproduzione Riservata

Commenti