Il Premier prende atto della decisione del Pdl di togliere la fiducia al governo: “sono in contatto col capo dello Stato. Ho lavorato per fronteggiare la crisi economica”

Mario Monti

“Abbiamo cercato “di metterci a lavorare molto sodo non solo in Italia per adeguarci a tutti i criteri (europei, ndr), in particolare a quelli richiesti per mettere l’Italia in posizione di sicurezza e per evitare che dall’Italia si propagassero nuovi incendi all’Eurozona, e penso che in buona misura ci siamo riusciti”. E’ quanto afferma il premier, Mario Monti, in un video trasmesso al congresso del Partito democratico europeo di Francesco Rutelli e François Bayorou, in corso al Parlamento europeo a Bruxelles.

“La vostra riunione – ha detto Monti – discute dell’avvenire dell’Europa. L’avvenire dell’Europa si è incrociato molto in questi ultimi tre anni con la crisi dell’eurozona e credo che la crisi dell’eurozona stia plasmando l’avvenire dell’Europa. La crisi avrebbe potuto mettere in discussione l’avvenire dell’Europa e in certi momenti l’abbiamo temuto, ma com’è più volte avvenuto nella storia dell’integrazione europea – ha osservato Monti – la reazione alla crisi sta comportando, seppur con una certa lentezza un avanzamento dell’Europa verso forme un po’ più spinte di integrazione”.

In Italia la situazione precipita e il Premier si limita a rispondere così alla decisione del Pdl di non votare per il governo alla Camera e al Senato e probabilmente di togliere la fiducia all’Esecutivo: “Sono in contatto con il capo dello Stato, attende notizie e se sarà necessario salirò al Colle”.

© Riproduzione Riservata

Commenti