La qualificazione Champions porterà nuovi soldi nelle casse bianconere e l’obiettivo adesso è di nuovo Drogba. Se il bomber ivoriano rifiuta ancora, subito Llorente

Didier Drogba

La Juventus ha regalato la qualificazione agli ottavi di Champions League ad Andrea Agnelli, che oggi festeggia il suo 37esimo compleanno. Oltre alla prestigiosa vetrina internazionale, il passaggio del turno in Europa porta benefici anche nelle casse del club bianconero, pronte a essere rinfrescate dall’arrivo di un’altra ventina di milioni di euro tra incassi e diritti tv.

A questo punto il presidente può ricambiare il favore rinforzando ulteriormente la squadra sul mercato di gennaio. In difesa si cerca un sostituto per il partente Lucio, con tre italiani sul taccuino: Andreolli, Bocchetti e soprattutto Peluso.

Il centrocampo è già a posto così, ma Marotta potrebbe comunque prenotare un giovane interessante in prospettiva futura come ad esempio Obiang o Quintero. Intanto sulla fascia mancina si tiene d’occhio il colombiano Armero dell’Udinese.

I movimenti più interessanti riguardano l’attacco, dove può andare via uno tra Bendtner, Matri e Quagliarella. In tal caso la Juve farà un tentativo per Drogba puntando sulla sua voglia di ridare l’assalto alla Champions, altrimenti cercherà di anticipare l’arrivo di Fernando Llorente, con cui c’è già un accordo di massima sulla parola in vista della prossima stagione. Invece per i veri grandi sogni (Higuain o Suarez all’estero, Cavani o Jovetic in Italia) bisognerà attendere l’estate 2013.

Adesso, comunque, il grande obiettivo bianconero sembra destinato ad essere Didier Drogba. Non a caso al fratello-agente è stata fatta una proposta per un contratto di un anno e mezzo a quasi sei milioni a stagione. E’ la seconda offerta che gli fa la Juve dopo quella di fine agosto. Ce la faranno questa volta i bianconeri? Tutto dipende dalla volontà e dalla possibilità del giocatore di lasciare il calcio cinese. La scelta di Drogba ha una sua logica temporale, perché poi in estate la Juve vuole aprire un ponte nobile sul suo futuro attraverso l’ingaggio di Llorente o di altro giocatore assimilabile per livello allo spagnolo, che comunque, in settimana ha già annunciato che a fine stagione lascia l’Athletic.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=9PHDZqvEnME[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti