Ecco l’ultimo “nato” di Trenitalia: la velocità massima è di 400 km/h e consente di spostarsi tra Roma e Milano in 2 ore e 20 minuti che si potranno ridurre a un’ora e 59 minuti sulla distanza tra Roma Tiburtina e Rogoredo

Frecciarossa 1000

Il nuovo Frecciarossa 1000 “scalda i motori” e si presenta ai cittadini sul lungomare di Napoli, per l’occasione “liberato” dalle auto. E così fino al 9 dicembre, napoletani e turisti potranno ammirare l’ultimo nato in casa Trenitalia riprodotto a grandezza naturale all’interno del ‘Villaggio Frecciarossa 1000’.

Diverse le iniziative messe in campo per i visitatori: filmati in grado di simulare il viaggio a bordo, giochi interattivi, un’area intrattenimento per i bambini, mostre fotografiche, incontri con ingegneri e ferrovieri pronti a rispondere a domande e curiosità.

«Napoli – ha detto l’amministratore delegato del Gruppo Ferrovie dello Stato italiane Mauro Moretti – per noi è un luogo particolare, è il meridione del nostro sistema Alta velocità ed è tra le città più importanti per la clientela che esprime. Con i collegamenti con Roma ha creato un doppio polo metropolitano unico e di grande forza dal punto di vista sociale ed economico. Questa tappa del road show non è stata obbligata, ma fortemente voluta».

Cinquanta i convogli commissionati da Trenitalia ad AnsaldoBreda e Bombardier per un investimento di circa un miliardo e 500 milioni di euro. Frecciarossa 1000 si presenta come il treno «più veloce» mai prodotto in serie in Europa e raggiungerà una velocità commerciale di 380 km/h, ma la sua velocità massima è di 400 km/h, consentendo di spostarsi tra Roma e Milano in sole due ore e venti minuti che si potranno ridurre a un’ora e 59 minuti tra Roma Tiburtina e Rogoredo. Il prototipo, come riferito da Moretti, andrà sui binari nella primavera 2013 e il treno inizierà la sua «missione commerciale» tra la fine del 2014 e l’inizio del 2015.

Non solo velocità, ma anche comfort, qualità e sicurezza. L’ambientazione interna è studiata – è stato spiegato – «per integrare eleganza, comodità e funzionalità». Quattro i livelli di servizio tra cui l’utenza potrà scegliere: Executive, Business, Premium e Standard oltre alla sala meeting in categoria Executive e ai salottini in Business e Premium. Inoltre offrirà insonorizzazione acustica, illuminazione led, climatizzazione ambientale, ristorazione, idonei accessi per diversamente abili, monitor di bordo, prese di corrente per pc, sistemi informatici di «ultima generazione» di connettività wi-fi, nuove tecnologie web e multimediali.

«È un treno – ha concluso Moretti – davvero speciale che coniuga caratteristiche di rispetto ambientale e riciclaggio di innovazione tecnologica uniche al mondo». Il Frecciarossa 1000, inoltre, grazie a caratteristiche tecniche «innovative e sofisticate» è un treno “multitensione” e, pertanto, potrà essere impiegato su tutte le reti Alta velocità d’Europa superando le limitazioni di carattere infrastrutturale.

«Speriamo che questo treno colleghi sempre meglio Napoli con il resto d’Italia e d’Europa». Così il sindaco di Napoli, Luigi de Magistris, ha “salutato” il nuovo Frecciarossa 1000 presentato oggi sul lungomare cittadino. «Il servizio ferroviario – ha detto il sindaco – è fondamentale per i pendolari, per i turisti, per i cittadini e il mio auspicio è che Napoli possa diventare città nevralgica nei trasporti».

De Magistris ha, inoltre, sottolineato l’importanza del trasporto su ferro anche per «abbattere l’inquinamento». Il sindaco, ricordando il riconoscimento di pochi giorni fa avuto per la stazione della metropolitana di via Toledo, definita «la più bella d’Europa», ha ribadito l’impegno dell’Amministrazione sul fronte del trasporto pubblico e, in particolare, sulla metropolitana.

© Riproduzione Riservata

Commenti