Nerazzurri di misura contro il Palermo (autorete di Garcia), Lazio e Roma superano Parma e Siena. Nel posticipo Fiorentina bloccata sul pari della Sampdoria

Miroslav Klose

Nelle zone alte del campionato di Serie A non perdono un colpo Lazio, Roma ed Inter, che rispondono a Juve e Napoli e conquistano i tre punti rispettivamente contro Parma, Siena e Palermo.

Perde terreno soltanto la Fiorentina. Nel posticipo, al termine di una gara divertente e ricca di colpi di scena, la Viola di Montella viene fermata sul 2-2 in casa dalla ritrovata Sampdoria di Ferrara. In vantaggio nel primo tempo con Savic, la Fiorentina si distrae in avvio di ripresa consentendo ai blucerchiati di ribaltare il punteggio grazie alla rete di Kristicic e all’autogol di Gonzalo Rodriguez. Pareggia poi sempre Savic.

Continua a correre la Lazio. All’Olimpico grande primo tempo della squadra di Petkovic che con Biava (25′) e Klose (34′) si porta avanti sul 2-0. Nella ripresa, senza il tedesco uscito per infortunio (leggero risentimento muscolare da valutare), Kozak non riesce ad essere efficace ma tutta la squadra è apparsa un po’ imballata fisicamente soprattutto perché si è trovata di fronte un Parma molto galvanizzato e brillante dal punto di vista atletico. Al 66′ è Belfodil ad accorciare le distanze e a riaprire la partita grazie al tap-in vincente dopo il rigore parato da Bizzarri. A quel punto la Lazio si abbassa molto e il Parma prova a cercare il pareggio ma l’attenta difesa biancoceleste non concede occasioni e la partita si chiude con il 2-1. Con questa vittoria gli uomini di Petkovic si portano a quota 29, restando a -6 dalla Juve capolista.

All’Artemio Franchi di Siena invece i giallorossi vanno sotto con un gol di Neto (25′) sugli sviluppi di un calcio d’angolo ma nella ripresa arriva la bella rimonta giallorossa con la doppietta di Destro (63′ e 91′) e un gol di Perrotta (86′). La squadra di Zeman resta così in scia della Lazio a soli tre punti di distanza.

A San Siro pomeriggio fortunato dell’Inter che, in una scialba prestazione, solo al 74′ riesce sbloccare la situazione contro il Palermo grazie allo sfortunato autogol di Garcia.

Vince molto facilmente l’Udinese di Guidolin che in casa non ha pietà del Cagliari di Pulga: Pereyra (33′), Angella (39′), Danilo (48′) e Pasquale (66′) fanno il 4-0, poi arriva il gol della bandiera di Dessena (80′) che rende meno amaro il punteggio finale per gli isolani. Successo pesantissimo anche per il Chievo che espugna 4-2 Marassi. Sconfitta durissima per il Genoa che nonostante la superiorità numerica nella ripresa (espulso Andreolli al 71′) non riesce a rimontare lo svantaggio per 3-1 del primo tempo. Apre le marcature Paloschi (14′) su calcio di rigore. Al 22′ l’attaccante dei gialloblù fa 2-0 ma Said accorcia al 40′. In chiusura di prima frazione arriva però ancora la rete per Paloschi che sigla la sua personalissima tripletta. Nella ripresa Jankovic dà speranza al Genoa siglando al 56′ la rete del 3-2 ma al 90′ Stoian mette la parola finale sigillando il 4-2.

Tre punti importanti anche per il Bologna che con Diamanti (16′) e Gabbiadini (70′) regala il successo agli uomini di Pioli. Inutile il pareggio di Denis al 50′ che ad inizio ripresa aveva trovato la rete dell’1-1.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xvk2kq_inter-milan-vs-palermo-1-0-match-highlights_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti