Nell’anticipo i rossoneri vincono 3-1 al Massimino grazie ai gol di Boateng e doppietta del solito El Shaarawy, ma la prima marcatura era in netto fuorigioco. I siciliani erano passati in vantaggio con una rete di Legrottaglie

il Milan espugna Catania ma il gol dell’1-1 era in fuorigioco

Il Milan vince 3-1 a Catania nell’anticipo della 15ª giornata. Sblocca un gol di testa di Legrottaglie. Poi nella ripresa si scatenano i rossoneri, che ribaltano il risultato con El Shaarawy, Boateng (poi espulso) ed ancora El Shaaraway, alla dodicesima rete in campionato. Ma ci sono altri due protagonisti in questa gara. Barrientos, la cui ingenua espulsione in apertura di ripresa, spiana la strada alla rimonta degli ospiti . E l’arbitro Orsato, che seguendo l’indicazione del secondo assistente Rosi, convalida il gol del momentaneo pareggio del Faraone, in evidente posizione di fuorigioco.

Allegri schiera El Shaarawy e Robinho in avanti, con Boateng trequartista. Dietro, fiducia ad Acerbi. Maran recupera una delle sue pedine fondamentali, Bergessio. Il Milan parte bene, con Boateng che impegna Andujar con un destro rasoterra da fuori area. Ma all’11’ gli etnei vanno in vantaggio: calcio d’angolo di Lodi, stacco perfetto di Legrottaglie che di testa batte Amelia. I rossoneri provano a reagire, ma non riescono a creare grossi pericoli alla porta di Andujar, che gli unici brividi li prova quando deve anticipare fuori area gli attaccanti avversari di testa. Un primo tempo senza grandi emozioni finisce così con il Catania avanti e un Milan davvero opaco.

Inizia la ripresa e dopo tre minuti il Catania si ritrova in dieci uomini. Barrientos (ammonito nel finale di primo tempo per simulazione) commente un fallo ingenuo ed evidente su Nocerino: l’arbitro Orsato estrae il secondo giallo e poi il rosso. Cambia la partita. Passano cinque minuti e il Milan pareggia. Cross dalla destra di De Sciglio, Robinho in area tocca, arriva El Shaarawy che davanti alla porta non sbaglia. Il Faraone, però, riceve palla in evidente posizione di fuorigioco. Ora è tutto un altro match. Sempre El Shaarawy reclama un calcio di rigore e si becca un’ammonizione.

In realtà il fallo c’è, ma fuori area. I rossoneri attaccano alla ricerca del vantaggio. Lo trovano al 56′ con un tiro potente di Boateng da fuori area. Il Catania sembra alle corde: Nocerino sfiora il 3-1, al momento del tiro Alvarez riesce in qualche modo a contrastarlo. Allegri richiama in panchina uno spento Montolivo e manda in campo Emanuelson. Al 68′ El Shaarawy si ritrova a tu per tu con Andujar, che riesce a neutralizzare il piatto destro dell’attaccante.

Cambia Maran: Paglialunga per Salifu e Bellusci per Almiron. Poco dopo dentro anche Doukara per Bergessio. Ma sono ancora gli ospiti ad andare vicinissimi al gol: Robinho, liberato davanti al portiere da Nocerino, spara alto da ottima posizione. La squadra di Allegri spreca l’ennesima occasione dopo un batti e ribatti in area che termina con il palo di Emanuelson. Al 90′ rosso diretto per Boateng per una entrataccia su Paglialunga. Nel finale incandescente c’è tempo per il secondo gol di El Shaarawy che con un destro a giro allunga in testa alla classifica dei marcatori e chiude la gara.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xvifi0_catania-milan-1-3-highlights-all-goals-mediaset-premium_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti