Sondaggio Swg: Forza Italia 2.0 non andrebbe oltre il 9%: voti sottratti a Pdl che finirebbe a sua volta al 4%

Silvio Berlusconi

C’è ancora incertezza riguardo il futuro politico di Silvio Berlusconi. In attesa di conoscere le intenzioni del Cavaliere, Swg ha provato a monitorare quanti voti raccoglierebbe un’ipotetica lista “Forza Italia 2.0”. E i numeri sono impietosi.

Secondo l’Istituto triestino, alle prossime elezioni politiche questa formazione potrebbe raggiungere al massimo il 9,3%.

A spiegare il risultato è Roberto Weber, presidente dell’Swg: “I voti di ‘Forza Italia 2.0’ proverrebbero tutti dal Pdl, che quindi scenderebbe circa al 4%”.

Silvio Berlusconi ha, di fatto, stoppato ormai l’ipotesi delle primarie ma non è riuscito ad arginare i malumori, che crescono di ora in ora.

“Nessuno riesce a capire chi siamo e dove andiamo. Come si diceva una volta in gergo militare: mi sembra che le truppe abbiano abbandonato la trincea”. Lo afferma in una intervista al ‘Corriere della Sera’ l’ex ministro Franco Frattini insistendo sul fatto che “serve un opportuno chiarimento tra il segretario Alfano e Berlusconi, perché il risultato finale di tutto ciò qual è? Che avremo Bersani a Palazzo Chigi e Vendola sarà indispensabile per sostenere il futuro governo. E questo non è un bene per il Paese. Ecco, bisogna costruire e subito qualcosa di alternativo”.

“Si leggono molti retroscena, ma Berlusconi in persona non parla, la confusione è completa” osserva Frattini. “Cosa farà Berlusconi francamente non lo so – aggiunge -. Lui non lo dice: io prendo nota che prima ha scritto quattro cartelle che dicevano una cosa, poi ha fatto un video che contraddiceva questo scritto, adesso siamo ai retroscena. Quanto alle primarie, Alfano non ha fatto neanche lui un annuncio chiaro, e poi le primarie erano state decise dall’Ufficio di presidenza del partito. Non è che possano essere cancellate così? Spero in un chiarimento che sia definitivo”.

 

© Riproduzione Riservata

Commenti