“Tutto il sangue del mondo” è la nuova opera di uno degli scrittori più ammirati in America Latina: oltre la storia, un viaggio labirintico alla ricerca della verità

Luis López Nieves

“Toda la sangre del mundo” (“Tutto il sangue del mondo”). Irrompe cosí sulla scena della letteratura latinoamericana il titolo della nuova opera dello scrittore portoricano Luis López Nieves.

Nell’ultima intervista telematica con lui, l’autore ha infatti annunciato ufficialmente di aver concluso il suo ultimo lavoro letterario, adesso in fase di edizione e pubblicazione.

I suoi precedenti romanzi epistolari hanno sbalorditivamente innovato i generi letterari di riferimento. La trama de “El corazón del Voltaire” (“Enigma Voltaire” nella traduzione italiana) ed “El silencio de Galileo” (Il silenzio di Galileo) si snocciola attraverso email scritte dai personaggi, che uno dopo l’altro entrano in gioco per svelare il mistero. Nel primo caso si tratta del rebus sulla presenza vera o presunta del cuore del filosofo francese Francois-Marie Arouet, conosciuto come Voltaire, nella biblioteca centrale di Parigi. Nel secondo caso, invece, il mistero gioca sull’invenzione del telescopio secolarmente attribuita allo scienziato toscano Galileo Galilei. Illustri docenti de La Sorbonne di Parigi si mescolano con personaggi della vita comune.

Il classico genere epistolare confluisce nel mondo cibernetico fatto di email, scansioni e allegati digitali. Il revisionismo storico incontra le tendenze popolari del genere poliziesco, cosicché la “Storia”, quella ufficiale con la maiuscola, si confonde con gli intrighi delle piccole storie quotidiane.Dalla Francia all’Italia e al resto d’Europa, i personaggi affrontano un viaggio labirintico alla ricerca della verità.

Il risultato è un nuovo prodotto ibrido, inserito nel canone postmoderno del neostoricismo, o nella “storia truccata” per utilizzare il termine coniato dallo stesso autore. Luis López Nieves, due volte vincitore del premio Portoricano di letteratura, è riconosciuto tra i più affascinanti scrittori emergenti della letteratura Latino-americana contemporanea. Ha fondato e tuttora dirige il primo master in Creazione Letteraria in America Latina presso l’Università del Sacro Cuore nella città di San Juan in Portorico.

Il suo progetto letterario viene continuamente aggiornato sul portale web Ciudadseva.com che richiama il nome della sua prima opera e che riceve almeno settanta mila visite al giorno.

«Cerco sempre di ricordare a me stesso che scrivo per lettori normali, e non esclusivamente per un pubblico accademico – afferma lo scrittore – ho sempre coltivato una grande passione per i libri di storia, e penso che il processo creativo da cui scaturiscono le mie opere semplicemente rispecchia la mia vita, basata sulla formazione accademica e il continuo esercizio da cui nasce e si sviluppa il talento nella scrittura».

Luis López Nieves ha conseguito il dottorato in Letteratura Comparata presso l’Università statale di Stony Brook nello stato di New York.

Il suo primo romanzo epistolare che utilizza lo stile email è stato adottato dal Ministero dell’Istruzione dell’Università e della Ricerca come testo ufficiale di narrativa nazionale nell’ultimo anno della scuola secondaria di secondo grado in Portorico.

© Riproduzione Riservata

Commenti