Nubifragio su Firenze: città allagata, strade chiuse al traffico. Vigili del Fuoco: “salite tutti a pieni alti”

residenti in strada a Firenze

Una bomba d’acqua si è abbattuta su Firenze: un violento temporale ha colpito la città nel pomeriggio di martedì 27 novembre, creando problemi in città e facendo aumentare pericolosamente i livelli del torrente Mugone, nella zona di piazza Puccini e via Tartini, non lontano dall’uscita dell‘Autostrada Firenze Nord e Firenze Mare. La zona è stata chiusa al transito.

A chi abita nella zona vicina al Mugnone le autorità hanno chiesto di salire ai piani alti delle case. Per il torrente è stato dichiarato lo stato di piena.

Tra le zone che sono già state allagate ci sono i sottopassi di via del Gignoro, viale XI agosto, piazza Dalmazia e la zona di via dei Serragli in centro. Gli abitanti di queste zone sono stati invitati a limitare al massimo qualunque spostamento.

In piazza Puccini sono intervenuti i vigili del fuoco con mezzi anfibi alla confluenza tra il torrente Mugnone e il fosso Macinante. Agli abitanti di piazza Puccini alcuni vigili urbani hanno urlato con un megafono di salire ai piani alti delle case.

A Tavernuzze, nel Comune di Impruneta, un fosso laterale è esondato: l’acqua ha invaso scantinati, negozi e anche il pianterreno di alcune case.

Autostrade per l’Italia ha deciso la chiusura di una corsia dell’Autostrada del Sole in direzione Nord, da Incisa Valdarno a Impruneta, per controllare e rallentare il traffico nella zona di Firenze dove il forte temporale sta causando problemi. La circolazione verso Nord, comunque, prosegue su due corsie anche se la coda è in aumento.

Problemi anche sul tratto ferroviario: nel tardo pomeriggio, intorno alle 17, sono stati registrati rallentamenti anche di 20 minuti per cinque treni a lunga percorrenza e fino a 30 minuti per otto convogli regionali. Poi la situazione è tornata normale.

In città i disagi hanno colpito l’Ataf, l’Azienda di trasporto pubblico. Le zone più colpite, quelle dove gli autobus hanno viaggiato anche con un’ora di ritardo, sono state quelle di viale Belfiore e via G. Monaco, il sottopasso di via Perfetti Ricasoli, via delle Carra e via dei Serragli.

L‘unità di crisi per gestire le conseguenze del maltempo si riunirà alle 20 a Palazzo Vecchio. Alla riunione partecipa anche il sindaco Matteo Renzi.

© Riproduzione Riservata

Commenti