L’olandese tratta con i rossoneri, Moratti lo mette ai margini della squadra. E il giocatore non esclude di denunciare l’Inter per mobbing. Scambio con Nocerino?

Wesley Sneijder

Wesley Sneijder tratta con il Milan e l’Inter lo mette alla porta, escludendolo dai piani tecnici di Stramaccioni per questa stagione. L’indiscrezione che filtra in queste ore è di quelle clamorose e sembra svelare il vero motivo dell’atteggiamento intransigente assunto dalla squadra nerazzurra nei confronti del campione olandese.

Le  parole di Marco Branca sono una sentenza o quasi: “Stiamo discutendo una modifica contrattuale. Gli diamo il tempo per valutare la proposta”. l’Inter rischia ora di dover fare i conti con la furia del giocatore olandese che sta sì valutando quello che il club gli ha detto, ma potrebbe alla fine decidere di chiudere il caso in tribunale. I nerazzurri, insomma, rischiano l’accusa di mobbing.

Il nodo della questione, in due parole, è tutto qui: Sneijder ha firmato un contratto con l’Inter e ha tutto il diritto di chiederne il rispetto. Moratti, dal canto suo, deve fare i conti con una situazione economica che negli ultimi anni si è oltremodo modificata e vuole, ovviamente, ridiscutere l’ingaggio del giocatore. In attesa di ottenere il sì dell’olandese, però, il club di corso Vittorio Emanuele ha deciso di lasciare Wes ai margini della squadra prospettandogli di fatto solo due alternative: firma e tornare a disposizione di Stramaccioni o rimanere a guardare.

E Sneijder si è già guardato intorno. Dietro al giocatore olandese, oltre all’interessamento mai troppo concreto delle squadre inglesi e spagnole, c’è il Milan. Non è un mistero che in via Turati stiano seguendo da tempo gli sviluppi del caso Sneijder per capire se ci sono i margini per portarlo sull’altra sponda del Naviglio. Si tratta solo di aspettare il momento, che pare sia arrivato.

Adriano Galliani ha chiamato Soren Lerby, procuratore di Sneijder, informandolo che l’olandese è un obiettivo vero del Milan. L’ad rossonero vorrebbe replicare l’affarone a suo tempo fatto con Clarence Seedorf, magari proponendo al club di Massimo Moratti un altro scambio. Quello tra Pazzini e Cassano sin qui ha portato fortuna proprio all’Inter, ma in casa Milan chi non farebbe una scommessa su Sneijder?

All’Inter, i rossoneri sarebbero disposti ad offrire Antonio Nocerino, il centrocampista che a differenza della scorsa stagione, sta facendo fatica a trovare spazio negli schemi di Allegri. Più suggestiva ma assai meno realizzabile l’ipotesi che all’Inter finisca Kevin Prince Boateng, che andrà via dal Milan ma soltanto per soldi, e in pole position per il ghanese c’è il Bayern Monaco.   

E non è finita: Sneijder è pronto ad accusare i nerazzurri di mobbing anche se, giuridicamente, il “reato” non sarebbe facilmente dimostrabile. Il rischio di finire in tribunale, però, c’è ed è concreto. A meno che, ed è questa l’unica alternativa, Sneijder non trovi un’altra squadra di suo gradimento e non lasci l’Inter a gennaio.

Wes per adesso tace ma, intanto, ha parlato il padre: “Finalmente la società ha rivelato la sua posizione”. Il prossimo passo è l’addio: ma sarà consensuale o avverrà a suon di carte bollate?

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=-tFFhXRvVOU[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti