L’attaccante siciliano del Siena, che fu protagonista della doppia promozione partenopea dalla C alla A, sempre più vicino al trasferimento in maglia azzurra per fare il vice Cavani: “Napoli non si può rifiutare”

Emanuele Calaiò

Emanuele Calaiò verso il ritorno al Napoli. Non è una suggestione ma una pista di mercato che sta decollando. E l’ennesima conferma arriva dalle smentire assai poco convincenti del suo procuratore, Alessandro Moggi, raggiunto da Radio Gol su Kiss Kiss Napoli.

Queste le sue dichiarazioni sul possibile (o probabile) approdo in maglia azzurra del bomber ora in forza al Siena. E’ stato il grande protagonista della doppia promozione dalla C alla A del Napoli: adesso è destinato a diventare il vice-Cavani.

“”Un ritorno di Calaiò al Napoli a gennaio? Prima di tutto devo dire che Emanuele sta benissimo a Siena, è un uomo di riferimento per squadra e società, lo sottolineo con fermezza. Detto ciò, lui ha sempre voluto il Napoli, rinunciando in passato alla serie A pur di scendere in C con gli azzurri. Leggo di un interessamento del club nei suoi confronti, significa che ha fatto bene e che la società ha apprezzato il suo lavoro. Questo indubbiamente ci fa tanto piacere, tuttavia al momento con il Napoli non c’è nulla di concreto, e devo dire che per lui ci sono anche altre richieste. Allo stesso tempo stiamo rinegoziando il prolungamento con il Siena e siamo, peraltro, vicini all’accordo”.

“Se Bigon ha chiamato il ds del Siena Antonelli? Non lo so, ho solo letto dai giornali e non posso che ribadire l’interessamento della società partenopea. In ogni caso credo sia difficile ipotizzare un trasferimento a gennaio, perchè il Siena ha bisogno di giocatori importanti come Calaiò. Il momento negativo di Aronica? Totò sta bene, gli errori possono capitare, credo sia un calciatore di assoluto livello e l’ha dimostrato anche a Napoli negli ultimi anni”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=I2rxZ11GvXA[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti