L’illusionista “Raptus” in scena il 28 novembre a Taormina con sei diversamente abili, tutti originari della “Perla”, per uno spettacolo di magia che darà un forte messaggio di speranza e integrazione sociale

lo spettacolo in scena il 28 novembre a Taormina

L’illusionista che riesce a stupire…colpisce ancora! La più grande magia “da diversamente… a magicamente abili”, un progetto spettacolare che dona effetti terapeutico-integrativi, sottoscritti da vari medici specialisti, sarà in scena il 28 novembre a Taormina.

Protagonista dell’iniziativa l’illusionista “Raptus”, i cui spettacoli vengano sempre seguiti da un pubblico incredulo nell’assistere alle sue prodezze, ancora più quando sul palco si presentano ragazze e ragazzi diversamente abili, con problemi anche gravi, che con il portamento di grandi artisti riescono ad esibirsi ancora meglio dei così detti normodotati in quell’arte che è tra le più difficili da apprendere e da eseguire.

E di questa esperienza spettacolare saranno stavolta protagonisti sei ragazze e ragazzi del Comune di Taormina: si tratta di una nuova emozionante iniziativa che tutti attendono di vedere, un incantesimo che si ripete con la speranza che non può e non deve terminare mai.

Il mago Raptus sta incontrando due volte alla settimana sei ragazze e ragazzi e con loro preparerà un nuovo evento che anche questa volta è destinato a passare alla storia.

Infatti, il 28 Novembre, alle ore 20.30 al Palacongressi di Taormina, questi artisti “emergenti”, dopo poche lezioni, si esibiranno mostrando strabilianti magie e numeri di alto illusionismo davanti al grande pubblico nel corso di un spettacolo di circa due ore, che verrà eseguito assieme al loro maestro Salvo Testa Raptus.

L’evento sarà possibile grazie all’impegno dell’assessorato comunale ai Servizi Sociali, retto da Antonella Garipoli.

Ed è così che gli “artisti” diversamente abili, tutti di Taormina, potranno vivere anche loro un momento magico e indimenticabile. Uno spazio importante per sottolineare l’attività di sensibilizzazione e sostegno in tema di “disabilità”.

I ragazzi diversamente abili di Taormina con B.E.S. ( Bisogni Educativi Speciali), come detto, sono stati preparati in queste settimane da Salvo Testa, che porta avanti da anni con dedizione e successo, sia di pubblico che di stampa, questi momenti di particolare suggestione ed al contempo di impegno verso il prossimo.

I diversamente abili che sono stati selezionati desiderano finalizzare al meglio questa esperienza e si stanno impegnando in modo da divenire acclamati artisti “Magicamente Abili”, divertendosi e dimenticando per una sera i loro problemi, dimostrando alla comunità di essere veri protagonisti in un ruolo di primo piano alla pari delle persone normo-dotate e soprattutto in un’arte tra le più difficili al mondo; un’arte alla quale nessuno mai aveva osato avvicinarli: l’illusionismo e la prestidigitazione. Adesso anche “I Ragazzi di Taormina”, avranno il loro meritato successo.

E lo conquisteranno in un’arte difficile d’assimilare, ma che in quei pochi eletti che l’hanno appresa, ha sempre suscitato particolare fascino. Il progetto denominato “Da diversamente… a magicamente abili”, renderà più sicuri e felici coloro che vi prendono parte, dando un messaggio positivo a tutti i diversamente abili del mondo che con le proprie grandi capacità nascoste spesso non sanno che possono riuscire a fare meglio di quanto tutti si possano aspettare.

Un passo che contribuirà a far cadere un altro tabù del lungo percorso, non privo di ostacoli e di difficoltà, diretto a una piena e completa integrazione del diversamente abile.

© Riproduzione Riservata

Commenti