Continua la rivoluzione in casa Milan: via pure l’ultimo “senatore” della squadra di Allegri. Anche Ambrosini abbandonerà la casa rossonera per andare all’estero

Massimo Ambrosini

Continua la rivoluzione in casa Milan e anche Ambrosini abbandonerà la casa rossonera. Il giocatore lascerà il “Diavolo” dopo 17 anni, nella scelta pesa il fatto di non sentirsi un vero uomo spogliatoio per la squadra.

L’attuale capitano del Milan ha il contratto in scadenza a giugno e ha deciso che non rinnoverà. Il suo futuro sarà a stelle e strisce, il centrocampista sta cercando un accordo con un club della Mls (federazione americana).

Dopo 4 Scudetti, 1 Coppa Italia, 2 Supercoppa Italiana, 2 Champions League, 2 Supercoppa Europea e 1 Mondiale per club, Massimo Ambrosini ha scelto di terminare la sua carriera in rossonero. Il giocatore non rinnoverà il contratto in scadenza quest’anno e , secondo Il Corriere dello Sport, avrebbe già dato mandato di trovare la sua prossima destinazione. Il capitano rossonero vorrebbe giocare nella Mls, in America, e starebbe cercando una squadra che gli garantisse un accordo biennale.

Oltre alla volontà di voler fare una nuova esperienza professionale, sulla scelta di Ambrosini pare aver anche pesato il fatto di non sentirsi più un simbolo per questo Milan. Il giocatore sente di non essere riuscito a colmare il vuoto creatosi con la cessione di tutti i “senatori” e aggiungendoci la mancanza di risultati in questa stagione per i rossoneri ecco che la sua scelta appare più chiara.

Ambrosini non ha gradito le recenti parole di Silvio Berlusconi. Seppur indirettamente, venerdì scorso il presidente lo ha di fatto criticato. Non tanto per quanto espresso in campo, piuttosto sotto l’aspetto caratteriale. Ecco le parole di Berlusconi: “In questo momento non c’è in campo un altro Gattuso che trascini la squadra – le parole di Berlusconi -, dobbiamo riuscire a trovare uno nuovo come lui che era una delle spinte della squadra. Spero che tra questi ragazzi ci sia qualcuno come lui che possa essere un capitano come Gattuso, ci vorrà comunque del tempo”.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=LEv26WOmvxQ[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti