Brie Lybrand ha caricato un video sul proprio canale Youtube, dove di solito dispensa consigli di bellezza, per denunciare le violenze sessuali subite dal padre. La ragazza si rivolge al suo aguzzino e mostra tre pistole

Brie Lybrand

Una storia terribile che fa riflettere, e un video che sta facendo il giro del mondo. Brie Lybrand ha accusato il padre di aver abusato di lei quando era solo una bambina. Le violenze sarebbero partite quando la ragazza aveva solamente tre anni per poi protrarsi fino ai suoi 14 anni.

Attualmente è una “beauty queen”, ossia un’utente YouTube che dà consigli di bellezza e make-up: sul suo canale, però, ha caricato un video in cui non parla di creme da acquistare o dell’ultimo rossetto lanciato dai grandi marchi. Il filmato è intitolato “A message to my rapist”, ossia “Un messaggio per il mio stupratore”.

La ragazza accusa il padre di averla violentata per anni: nel video, la ragazza si lascia andare ad una confessione profonda, attraverso la quale ha espresso la volontà di poter condividere il suo dramma personale con chi la segue per tutt’altro.

La ragazza si è detta pronta a parlare dell’uomo che l’ha privata di un’infanzia felice. Il padre, inoltre, avrebbe tentato più volte di uccidere la moglie.

La ragazza afferma, inoltre, di voler accoglierlo, ma non di certo affettuosamente: Brie, infatti, mostra tre pistole all’obiettivo della telecamera. Alcuni hanno pensato che la storia raccontata dalla ragazza fosse inventata, in quanto Brie aveva più volte confessato di voler diventare attrice, un giorno.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=B1iUog2lL8k[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti