Nerazzurri costretti al pari 2-2 in casa dai rossoblù. Rigore negato a Ranocchia e polemiche: Juve resta a +4. I viola travolgono 4-1 l’Atalanta e agganciano il Napoli al terzo posto. Catania batte Chievo e sale al sesto posto

Marco Sau, bomber del Cagliari

L’Inter non va oltre il 2-2 casalingo contro il Cagliari e non riesce ad avvicinarsi alla Juventus capolista, a sua volta fermata dalla Lazio nell’anticipo. I nerazzurri restano da soli al secondo posto a -4 dai bianconeri. Al terzo posto, in compagnia del Napoli, sale una splendida Fiorentina. Sorridono Bologna, Catania e Siena. Pari tra Udinese e Parma.

A San Siro l’Inter parte a mille e trova subito il vantaggio: al 10′ pennellata di Cassano per Palacio e colpo di testa vincente dell’argentino. Il Cagliari ha il merito di non perdersi d’animo e mette a dura prova la difesa nerazzurra. Al 43′ Cossu pesca Sau in area, diagonale vincente e Handanovic battuto. Ripresa con mille emozioni: Milito sbaglia il 2-1 da due passi a porta vuota e i sardi colpiscono in contropiede ancora con Sau (66′). Rabbiosa la reazione della squadra di Stramaccioni che trova il pari in maniera rocambolesca all’82’: cross da destra di Alvarez e clamorosa autorete di Astori che anticipa Agazzi. Nel finale l’Inter protesta per un rigore non concesso per un fallo su Ranocchia e Stramaccioni viene espulso per proteste. A San Siro finisce 2-2.

Continua a stupire la Fiorentina di Montella: i viola battono 4-1 l’Atalanta e conquistano la quinta vittoria consecutiva. Bonaventura replica a Rodriguez, poi ci pensa Aquilani con una doppietta a portare i toscani sul 3-1 prima del riposo; nella ripresa Toni cala il poker con uno splendido gol di testa su assist dello scatenato Aquilani.

Finisce 2-2 al Friuli la sfida tra Udinese e Parma: la squadra di Guidolin va in vantaggio due volte con Di Natale e Pereyra, ma viene raggiunta da Marchionni e Palladino. Per i friulani è il quarto pareggio consecutivo. Una doppietta di Almiron (il primo gol su rigore) regala i tre punti al Catania contro il Chievo: al Massimino finisce 2-1 per i siciliani, ai veronesi non basta la rete nel finale firmata da Andreolli.

Bagarre in coda con sette squadre raccolte in due punti. Torna al successo il Bologna che al Dall’Ara travolge il Palermo con un secco 3-0: la squadra di Pioli, che non vinceva dalla sesta giornata, archivia la pratica già nella prima frazione grazie un bel gol di Gilardino (il suo sesto stagionale) e a un rigore trasformato da Gabbiadini. Nella ripresa Diamanti, ancora dagli undici metri, mette la firma sul definitivo 3-0. I rosanero di Gasperini terminano la gara in otto uomini: espulsi Ujkani, Barreto e Labrin.

Il Siena conquista tre punti pesantissimi battendo 1-0 il Pescara al Franchi grazie a una rete di Valiani. Gli abruzzesi hanno l’occasionissima per pareggiare, ma Vukutic si fa parare la conclusione da Pegolo.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xv6r3u_int-2-2-cag-ourmatch-net-all-goals_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti