Molte persone, non celiache, mangiano i cibi senza glutine pensando che siano dietetici, ma c’è un rischio

grassi nei prodotti privi di glutine

Una ricerca inglese mette in subbuglio il mondo dei celiaci. Stando ai dati riportati dal Daily Mail, i prodotti da forno privi di glutine conterrebbero una quantità di grassi nascosti in media tre volte superiore agli analoghi prodotti da forno “per tutti”, con punte fino a cinque volte superiori.

Una notizia poco tranquillizzante per chi già deve fare lo slalom fra le insidie nascoste nell’alimentazione tradizionale.

A quanto sembra, però, il problema non riguarda solo chi soffre di celiachia. Per qualche strano motivo mediatico, infatti, si è diffusa la bizzarra convinzione che i prodotti senza glutine siano anche dietetici, forse perché realizzati con farine alternative. Così, anche coloro che mangiano i prodotti senza glutine senza essere celiaci si espongono al rischio di assumere grassi inutili.

A bene vedere, dunque, il problema non è tanto nell’assenza di glutine quanto nella cattiva informazione, nella speculazione che si è diffusa attorno a un problema alimentare serio e nell’utilizzo di ingredienti poco sani e ultra raffinati per scimmiottare prodotti tradizionali. Certo, il glutine è un collante naturale e sostituirlo non è semplice ma, come si legge in alcuni dei numerosi blog per chi deve cucinare e vivere gluten free, a mancare è soprattutto una corretta educazione alimentare.

Se la prospettiva è quella di sostituire prodotti raffinati con prodotti ultra raffinati (nel senso meno positivo del termine) il risultato sarà ovviamente poco sano. Se invece si è disposti a sperimentare senza paura di quello che viene a mancare con l’assenza di glutine ma con la curiosità di ciò che si potrà scoprire di nuovo, allora i risultati saranno buoni e sani per tutti.

© Riproduzione Riservata

Commenti