Silvio Berlusconi attacca il premier: “mi sento 35 anni addosso e ve lo posso provare. Questo governo tecnico ha fallito. La rotta ora è assolutamente da invertire”

Silvio Berlusconi

«I dati dopo un anno di governo tecnico sono disastrosi, credo si debba cambiare assolutamente quella politica economica imposta dalla Ue e soprattutto dall’egemonia tedesca che non è solidale, non pensa al bene di tutti ma al bene di se stessa. Credo che questo sia assolutamente da invertire». Torna a intervenire nel dibattito politico, Silvio Berlusconi, e da Milanello attacca il governo Monti. Poi rivolge un appello a Casini: «Schierati con noi».

«Sulla fiducia al governo si esprime Alfano». «Diciamo che è il nostro segretario che si esprime al riguardo» ha risposto Berlusconi ai giornalisti che lo interrogavano circa l’ipotesi di togliere la fiducia al governo.

«Monti candidato dei moderati? Deve decidere lui». «È lui che deve decidere cosa fare, bisogna domandarlo a lui. No, non fatemi domande precise di politica, c’è il mio segretario per questo, che è bravissimo» ha detto Berlusconi a chi gli domandava come vedrebbe premier Mario Monti come candidato dei moderati.

Appello a Casini. «Non credo che Casini voglia rappresentarsi come un manca parola assoluto nei confronti degli italiani – ha detto Berlusconi – e perciò credo che questo mio passo indietro possa essere un fatto decisivo perché lui si dichiari e si impegni a far parte del centrodestra. Io ho fatto un passo indietro anche per consentire che il rassemblement dei moderati comprendesse tutti i moderati, per cui anche il partito di Casini, che ha detto in pubblico diverse volte e in sede istituzionale che se non ci fosse stata più la presenza di Silvio Berlusconi sarebbe rimasto nell’ambito del centrodestra».

«Il 70% degli italiani è disgustato da questi partiti». «Le elezioni siciliane hanno confermato quanto dicevano tutti i sondaggi: il 70% degli italiani è disgustato da questa politica, da questi partiti e da questi protagonisti – ha detto l’ex premier – Bisogna avere il coraggio di cambiare, vediamo un po’ cosa si potrà fare da qui alle elezioni».

«In Lombardia spero in un candidato unico Pdl-Lega». Infine un riferimento alle elezioni regionali della Lombardia: «Auspico che Pdl e Lega possano riconoscersi in un unico candidato – ha detto Berlusconi – Albertini o Maroni? Vediamo, sono cose da decidere, che non decido io personalmente».

«Mi sento 35 anni e ve lo posso provare». «Stamani ho fatto 72 flessioni, non sono poche per uno che ha la mia età, 56 anni…» ha detto Silvio Berlusconi sorridendo e attribuendosi vent’anni in meno al termine delle interviste con i giornalisti a Milanello. «Però mi sento sento 35 anni – ha aggiunto rivolto a due giornaliste – e sono pure disposto a provarlo».

© Riproduzione Riservata

Commenti