“Alternativa ad un governo delle sinistre e alla deriva populista e radicale. Serve la credibilità di Mario Monti”

Gianfranco Fini

Il presidente della Camera Gianfranco Fini si ricandiderà al Parlamento “perchè è giusto che a giudicarmi siano gli elettori” e lo farà nella “lista per l’Italia a cui stiamo lavorando con Casini e gli amici dell’Udc che chiami a raccolta le energie migliori nell’ambito politico, sociale e professionale di chi non vuole archiviare dopo il voto la cosidetta ‘agenda Monti'” e sia “convinto che il Paese non possa fare a meno della sua esperienza e credibilità e debba avere un Governo politico”.

In campo, dunque, una lista che intende “essere presente alle elezioni come alternativa a un governo delle sinistre ed è deluso da una certa deriva populista e radicale dall’altra parte”. Lo ha spiegato lo stesso Fini, nel corso della trasmissione radiofonica ‘Radio anch’io’.

Fini ha sottolineato la convinzione di una “significativa convergenza” fra questo suo progetto politico con quello di Luca Cordero di Montezemolo e della sua associazione ‘ItaliaFutura’ che sabato prossimo a Roma scoprirà le sue carte in vista delle prossime elezioni.”Bisognerà aspettare di sentire le sue paroe – ha detto Fini- ma sono convinto condivida e converga sulla necessità per il Paese di portare avanti con un Governo politico l’agenda Monti e non fare a meno di una personalità come Mario Monti”.

© Riproduzione Riservata

Commenti