Il presidente degli Stati Uniti: “serve svolta per non finire nel precipizio fiscale. Priorità a lavoro e crescita”

Barack Obama

“E’ possibile che tutti noi precipitiamo nel ‘fiscal cliff’ se al Congresso prevale la testardaggine”.

Lo ha detto il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, durante la prima conferenza stampa dalla rielezione, riferendosi alla possibilità che non sia trovato un accordo senza il quale, dall’anno nuovo, i benefici fiscali voluti dal predecessore George W. Bush e rinnovati nel 2010 dallo stesso Obama scadranno e tagli alla spesa entreranno in atto.

“Non c’è dubbio che io possa fare meglio” ha dichiarato il presidente, riferendosi alle relazioni con le parti chiamate in causa per trovare una soluzione sul precipizio fiscale.

“Non ho un’altra elezione” a cui partecipare, ha poi detto, riferendosi al fatto che il suo è il secondo e ultimo mandato e che intende attuare il proprio programma, quello “di difendere la classe media”. L’economia americana si sta riprendendo da una grave crisi” pertanto “le nostre priorità sono creazione di lavoro e crescita economica”.

“Ridurre il deficit in modo bilanciato ed equo” è un concetto che Obama ha ripetuto ancora una volta aggiungendo che “la classe media non può essere tenuta in ostaggio” dai politici al Congresso, chiamati a prendere una decisione sul precipizio fiscale.

Obama ha parlato, infine, anche dello scandalo al vertice della Cia. “Non ci sono elementi che informazioni riservate siano state diffuse” impropriamente o “abbiano avuto un impatto sulla nostra sicurezza nazionale”. Così il presidente Barack Obama ha risposto a chi, durante la sua prima conferenza stampa dalla rielezione, ha chiesto un commento sulla vicenda che vede protagonista il generale David Petraeus, dimessosi venerdì scorso dalla guida della Cia dopo aver ammesso una relazione extraconiugale.

“L’Fbi ha il suo protocollo su come operare”, ha detto Obama riferendosi alle indagini in corso. Obama ha aggiunto che Petraeus può vantare una “carriera (professionale) straordinaria” e che, grazie al suo operato “siamo più sicuri”, riferendosi in questo caso alla sicurezza nazionale.

© Riproduzione Riservata

Commenti