Mancini spedisce in tribuna Supermario e sembra ormai finita l’avventura al Manchester City: Moratti pronto a riprendere l’attaccante e anticipare le mosse del Milan

Mario Balotelli

L’esclusione per scelta tecnica dalla sfida interna del Manchester City contro il Tottenham (vinta in rimonta grazie ai gol di Aguero e Dzeko) avvicina Mario Balotelli al grande ritorno all’Inter.

Tra l’attaccante del City e della Nazionale Italiana e il tecnico Roberto Mancini il rapporto è ai minimi storici. I due sembrano vivere una fase di amore-odio calcistico. Pare inevitabile una cessione di SuperMario nel mercato estivo con le due squadre di Milano pronte a darsi battaglia per il suo acquisto. Ma non si esclude una trattativa già a partire da gennaio. Balotelli, secondo Mancini, non si impegna abbastanza in allenamento, risultando quasi irritante per i suoi compagni di squadra.

Acquistato nell’estate 2010 dall’Inter per 28 milioni di euro, Balotelli ha vissuto due stagioni tra alti e bassi in Inghilterra, tanto da finire sui giornali più per le sue “imprese” fuori dal campo che per i gol segnati. Mancini l’ha sempre difeso, ma stavolta sembra aver perso definitivamente la pazienza nei confronti del giocatore, che potrebbe lasciare il calcio inglese dopo tre stagioni (se dovesse concludere il campionato attuale). Al momento, SuperMario conta 49 presenze e 19 gol con la maglia del Manchester City.

A questo punto si aprono interessanti scenari per il futuro di Mario Balotelli. Infatti potrebbe scatenarsi un derby di mercato tra le due squadre di Milano. Ma se nei mesi scorsi sembrava esserci il Milan in pole position, adesso l’Inter ha messo la freccia in corsia di sorpasso. C’è l’ok di Massimo Moratti alla trattativa.

Il dirigente nerazzurro, Piero Ausilio, durante la settimana ha effettuato un viaggio in Inghilterra per assistere alla gara di Champions League tra City e Ajax, occasione ideale per iniziare ad imbastire una trattativa di mercato.

La società rossonera prima di poter acquistare l’attaccante dovrà cedere qualche pezzo pregiato della rosa (vedi Boateng, Pato e Robinho) visto che difficilmente il club inglese accetterà un prestito gratuito con diritto di riscatto. Al contrario, la società nerazzurra sarebbe disposta ad investire per riportare alla Pinetina il 22enne, anche senza cessioni eccellenti. E potrebbe permettersi anzi il lusso di lasciar partire Wesley Sneijder, sempre più ai margini del progetto tecnico di Andrea Stramaccioni.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=6penISbiVPM[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti