I nerazzurri di Stramaccioni ko 3-2 con l’Atalanta: vano l’assalto finale alla ricerca del pari. Juve ancora in fuga

German Denis

L’Inter cade a Bergamo dopo sette vittorie consecutive. La squadra di Stramaccioni viene battuta 3-2 dall’Atalanta e scivola a -4 dalla capolista Juventus. Zanetti e compagni restano secondi, ma ora hanno un solo punto di vantaggio sul Napoli. I bergamaschi volano e salgono al sesto posto in classifica scavalcando la Roma.

L’Atalanta passa in vantaggio al 9′: cross dalla sinistra di Peluso e colpo di testa vincente di Bonaventura. Denis si mangia il raddoppio sparando alto da due passi, mentre l’Inter si rende pericolosa con un colpo di testa di Palacio respinto da Consigli. A inizio ripresa la squadra di Stramaccioni pareggia: Guarin scarica un violentissimo destro su punizione dal limite che piega le mani a Consigli per l’1-1.

L’Atalanta sembra in difficoltà, ma torna subito in vantaggio: Maxi Moralez, uno dei migliori in campo, se ne va sulla destra e mette in mezzo un pallone che Denis deve solo spingere alle spalle di Handanovic.

Siamo al 60′ e l’Inter accusa il colpo: sette minuti più tardi lo scatenato Maxi Moralez entra in contatto con Silvestre in piena area, per Damato è rigore. Zanetti e compagni protestano, Denis dal dischetto non sbaglia e firma il 3-1 per l’Atalanta.

Nel finale Parra si mangia il 4-1 (strepitoso intervento di Handanovic) e all’84’ Palacio riapre la partita con un sinistro in diagonale che non dà scampo a Consigli. Al 93′ Parra viene espulso per un colpo proibito ai danni di Guarin, assedio dell’Inter ma l’Atalanta resiste e vince 3-2.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xv0ql9_atalanta-vs-inter-milan-3-2-goals-highlights_sport?search_algo=2[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti