Registrazione online, voto fuorisede, regolamento: i dettagli della consultazione che scatena polemiche

i candidati del Pd alle primarie

Come si vota alle primarie del centrosinistra? È vero che ci si può registrare online? Si può votare fuori sede? Come funziona il regolamento? Guida alle primarie in sei punti.

Quando e come. Si vota domenica 25 novembre dalle 8:00 alle 20:00. Possono votare, oltre a tutti quelli che hanno i requisiti previsti dalla legge, anche quelli che compiranno 18 anni entro il 25 novembre, i cittadini europei residenti in italia e i cittadini extracomunitari con regolare permesso di soggiorno e carta d’identità. Si può votare un solo candidato. La scelta è fra Pier Luigi Bersani, Laura Puppato, Matteo Renzi, Bruno Tabacci, Nichi Vendola

Dove si vota. Si vota nel seggio collegato al numero della propria sezione elettorale, quella dove si vota di solito alle elezioni politiche e amministrative. La mappa degli uffici elettorali regione per regione: serve per registrarsi, per chiedere di votare fuorisede e per votare. Clicca sul nome della regione per scaricare l’elenco: Abruzzo – Basilicata – Calabria – Campania – Emilia Romagna – Friuli – Lazio – Liguria – Lombardia – Marche – Molise – Piemonte – Puglia – Sardegna – Sicilia – Toscana – Trentino Alto Adige – Umbria – Valle d’Aosta – Veneto

Registrazione. Per votare bisogna sottoscrivere l’appello “Italia. Bene Comune”, iscriversi all’albo degli elettori e versare due euro. Avvenuto il versamento, si riceve il certificato di elettore del centro sinistra. Si ha tempo dal 4 novembre al 25 novembre. Ci si può registrare recandosi fisicamente in una delle sedi elettorali previste in tutta Italia, oppure online sul sito www.primarieitaliabenecomune.it

Registrazione online. Ci si può registrare online sul sito Primarieitaliabenecomune.it. Inserendo i propri dati si può sottoscrivere l’appello e iscriversi all’albo degli elettori. Il versamento dei 2 euro, con il ritiro del certificato di elettore, avviene in un secondo momento, presentandosi al coordinamento provinciale o all’ufficio elettorale dove si andrà a votare.

Votare fuori sede. Studenti e lavoratori possono votare fuori dalla regione dove sono residenti. Basta inviare un’email, entro le 19 del 23 novembre, al coordinamento provinciale dove si intende votare, allegando un documento di identità. Oppure ci si può recare fisicamente a un ufficio elettorale del comune dove si intende votare, entro il 20 novembre. In entrambi i casi bisogna registrarsi, via internet o agli uffici di cui sopra.

Il giorno del voto. Servirà un documento di identità, la tessera elettorale e il certificato di elettore del centro sinistra.

© Riproduzione Riservata

Commenti