Lo sfidante repubblicano ha tentato il recupero in Swing States con una visita in Ohio e Pennsylvania

Mitt Romney

Il conto alla rovescia è finito. Gli americani hanno votato per scegliere chi tra il presidente Barack Obama e lo sfidante repubblicano Mitt Romney guiderà il Paese per i prossimi quattro anni.

Mentre Obama seguirà adesso l’election day dalla sua Chicago, Romney ha deciso ieri di cambiare programma, dichiarando di voler trascorrere gli swing state Ohio e Pennsylvania per cercare di recuperare gli ultimi voti più preziosi. E così ha fatto.

Il cambio di rotta annunciato dai membri del suo team, secondo gli osservatori, ha rappresentato l’ultimo tentativo del candidato repubblicano per modificare l’opinione degli elettori, che secondo gli ultimi sondaggi si sono riavvicinati al presidente americano.

E la scelta degli Stati da visitare non è stata affatto casuale. In Ohio, infatti, la battaglia si gioca fino all’ultima scheda, perché i suoi 18 voti elettorali sono necessari a Romney per battere il presidente. Stando al sondaggio finale prima delle elezioni curato dall’Università di Cincinnati, Obama è in vantaggio nello Stato con il 50 per cento delle preferenze, contro il 48,5 per cento di Romney.

© Riproduzione Riservata

Commenti