Su Instagram il boom illegate di foto delle schede elettorali: apparse già 500 mila immagini del voto

la scheda di un elettore che ha votato Obama

Cercando la parola “voto” sul motore di ricerca di Instagram da martedì mattina sono apparse già oltre 460mila immagini di schede elettorali.

D’altronde l’icona della giornata è questa, e migliaia di elettori americani hanno voluto immortalarla. Ma, avverte All Things Digital, il blog di tecnologia del Wall Street Journal, fotografare un documento elettorale è reato in molti Stati.

Secondo il sito di Citizen Media Law Project, un portale su media e diritto gestito dall’Università di Harvard, Stati come Florida, Georgia, Kentucky, Michigan, Nevada e Texas, “proibiscono espressamente l’uso di macchine fotografiche, telecamere e registratori nei seggi”.

In North Carolina, riporta All Things Digital, a un uomo è stato sequestrato lo smartphone all’uscita del seggio, per averlo utilizzato al momento del voto. Linea ancora più dura in Winsconsin, dove un organo dell’amministratore statale ha fatto sapere che è reato di frode elettorale postare su Facebook o Twitter l’immagine della propria scheda elettorale.

© Riproduzione Riservata

Commenti