L’allenatore del Napoli ricoverato da stamane per sottoporsi a una delicata operazione vascolare di angiolastica. L’intervento era previsto: lo stress per l’epilogo della gara col Torino ha accelerato i tempi

Walter Mazzarri

Walter Mazzari è ricoverato da questa mattina alla Clinica Cardiologica Montevergine di Mercogliano per un intervento vascolare in angioplastica.

Un intervento delicato come tutti quelli vascolari già programmato da tempo ma che si è reso necessario anche a seguito del forte stress al quale è stato sottoposto il tecnico dopo il drammatico finale di partita di Napoli-Torino.

Nei minuti di recupero, un Mazzarri visibilmente stremato e provato dalla tensione, sull’1-0 per il Napoli, è stato espulso per proteste dall’arbitro. Poco dopo, all’ultimo minuto, un errore imperdonabile di Aronica ha regalato il pareggio al Torino. Un episodio che, inevitabilmente, ha alimentato ulteriore tensione in tutto l’ambiente, dalla squadra ai tifosi ed anche il mister, in quella che era una gara determinate per la lotta scudetto.

Forse quelle parole di Mazzarri sull’anno sabbatico, oggi hanno una spiegazione in più e si comprende come il tecnico livornese abbia accumulato un carico di stress che vorrebbe in qualche modo fermare con un anno di stop dalla panchina.

Dopo aver appreso la notizia del ricovero di Mazzarri i tifosi si sono portati subito davanti alla Clinica Cardiologica Montevergine di Mercogliano per sincerarsi delle condizioni del loro mister e manifestare solidarietà e vicinanza a lui e alla famiglia.

Mazzarri, al termine della gara di ieri pomeriggio, aveva giustificato Aronica, cercando di stemperare un clima inevitabilmente rovente, ma ovviamente lui per primo sa che il clamoroso svarione del difensore palermitano ha allontanato forse definitivamente il Napoli dalla lotta con Juventus e Inter per il titolo.

Adesso si attende di capire l’entità del periodo di riposo che certamente Walter Mazzarri dovrà osservare e che vedrà la direzione della squadra partenopea affidata, intanto, al suo affidabile vice Nicolò Frustalupi.

L’allenatore del Napoli era stato alla Montevergine già la settimana scorsa e i medici gli hanno consigliato di sottoporsi ad esami più accurati. Dovrebbe restare in Irpinia almeno un paio di giorni. Al momento non filtra nessuna nuova notizia, per comprensibili motivi di privacy. La Montevergine già in passato è stata scelta da personaggi del mondo dello spettacolo e non solo. E’ un importante punto di riferimento cardiochirurgo di tutto il Sud, forse il più importante.

© Riproduzione Riservata

Commenti