Black-out totale del social network per due ore e mezza: caos sulla rete per una falla al sistema di sicurezza

la schermata di Facebook off line

Facebook completamente off line nella notte tra venerdì e sabato. Clamoroso black-out al social network più famoso e visitato del mondo.

Le pagine di Facebook da poco prima dell’una di notte sono diventate non raggiungibili.

“Sorry, something went wrong”, questa la scritta che è apparsa su tutti i computer del globo.

In un primo momento, dopo circa 20 minuti di indisponibilità, il sito ha ripreso a funzionare, ma dopo pochissimi istanti è tornato nuovamente ad oscurarsi. Un vero “giallo” che ha scatenato le più disperate ipotesi e versioni della vicenda.

Il vero motivo del guasto? A quanto pare un bug nel sistema di sicurezza e il tentativo di furto di oltre un milione di password. Di certo c’è che poco prima della mezzanotte sino alle 2.30 circa, provando a visitare l’indirizzo Facebook, vi sarà apparso solo quel messaggio: “Sorry, something went wrong. We’re working on getting this fixed as soon as we can”.

Caos tra gli utenti, molti dei quali hanno immediatamente pensato che il problema riguardasse solo il proprio computer e il proprio profilo Facebook, ma dopo una breve ricerca hanno capito che il portale bianco e blu e completamente off line per chiunque.

Si è tenuto un attacco da parte di Anonymous. Ricordiamoci però che anche Facebook può avere dei disservizi, visto che le sue pagine sono popolate continuamente da utenti.

Certamente a preoccupare gli utenti di Facebook è stato il fatto di una indisponibilità piuttosto lunga, oltre insomma i pochi minuti di disservizio. Si riusciva, ad un certo punto, ad effettuare il login, ma il news feed era praticamente fermo. Segno che in molti non riuscivano ad entrare, o si sono prolungati i problemi di aggiornamento dei dispositivi di sicurezza.

La BBC sembra aver visto giusto: ha parlato in tempo reale di un grave bug grazie al quale sarebbe stato possibile accedere agli account Facebook senza password. Il nesso coi problemi sarebbe stato legato a un pronto intervento per sistemare la pericolosa falla nella sicurezza.

Invece su Twitter si è ironizzato con l’hashtag #facebookdown, mentre Downwhere.com ha riportato lo stato di Facebook come “Severe”, indicando alcune nazioni europee, tra le quali l’Italia, colpite dal problema.

E’ bastato un improvviso disservizio e che Facebook si spegnesse per far sentire subito la mancanza di uno strumento del quale la società moderna e globale sembra non poter più fare a meno. Anche tutti i plugin di condivisione del social network, presenti sui tanti siti web, hanno smesso di funzionare.

© Riproduzione Riservata

Commenti