Il presidente democratico e lo sfidante repubblicano giocano le ultime carte per la corsa alla Casa Bianca. Obama favorito ma Romney crede ancora nel successo

Mitt Romney e Barack Obama

Il 6 novembre è ormai alle porte e le elezioni americane incombono. Il passaggio dell’uragano Sandy sulla East Coast ha lasciato il segno anche sulle elezioni, se non altro per aver investito in pieno almeno quattro decisivi Stati in bilico: North Carolina, Virginia, Pennsylvania e New Hampshire.

Dopo la sospensione della campagna elettorale, da lunedì a mercoledì, per far fronte all’emergenza, i sondaggi di opinione hanno indicato un passo avanti per il presidente Barack Obama, che a pochi giorni dal voto ha conquistato anche l’endorsement dell’Economist e del sindaco di New York Michael Bloomberg.

Mitt Romney sembra invece essere stato penalizzato dal passaggio dell’uragano e al primo comizio dopo la sospensione della campagna, davanti agli elettori di Roanoke, in Virginia, ha puntato sul tema dell’economia, sostenendo che sotto la guida di Obama gli Stati Uniti faranno la fine dell’Italia e della Spagna.

Anche quando ha organizzato un’attività di beneficenza non ha riscosso grande successo: mercoledì, mentre il suo avversario era in New Jersey con il governatore Chris Chistie a valutare come affrontare l’emergenza, Romney era a capo di una raccolta di viveri in scatola per le vittime dell’uragano. L’emittente televisiva Mnsbc non ha perso l’occasione per sminuire il gesto, accusando Romney di non seguire le direttive della Croce Rossa. “Abbiamo controllato con la Croce Rossa e hanno detto che anche se sono sempre grati per le donazioni, non è questo di cui vogliono o hanno bisogno”. I media di stampo repubblicano, Fox News in cima alla lista, hanno urlato allo scandalo, accusando Mnsbc di fare propaganda politica anche quando Romney fa volontariato.

E non mancano le polemiche. Centinaia di persone hanno ricevuto nelle scorse ore sui loro cellulari messaggi anonimi contro Obama, riportati poi su Twitter e Facebook da quanti hanno puntato il dito contro il suo avversario alla Casa Bianca, Mitt Romney.

Questi i messaggi: “Votare per Obama significa votare per il matrimonio gay”; “Obama ha rubato 716 miliardi di dollari a Medicare. Non possiamo fidarci di Obama per la tutela dei nostri vecchi”; “Obama sta usando i soldi delle tue tasse per sostenere la Pianificazione familiare e l’aborto”; e “Obama sostiene il matrimonio transessuale in America. I valori di Obama sono proprio sbagliati”.

Stando a quanto scritto oggi dal sito Politico, non ci sono al momento indicazioni utili per risalire alla fonte di questi messaggi, che non riportano la solita dicitura su chi li ha approvati o pagati; non sembra inoltre che siano stati inviati secondo una strategia chiara, dal momento che li hanno ricevuti anche diversi esponenti democratici e bambini. Gli sms sono stati spediti da diversi indirizzi di email ma non è stato possibile capire l’origine.

[dailymotion]http://www.dailymotion.com/video/xusb7m_usa-2012-verso-la-volata-finale_news[/dailymotion]

© Riproduzione Riservata

Commenti