Consiglio comunale costretto ad approvare la proposta della Giunta per l’aumento aliquota Imu su seconde case e attività economiche. Due voti favorevoli e 10 astenuti

la promessa dell’assessore Fabio D’Urso

Alla fine la tanto temuta stangata è arrivata. Il Consiglio comunale ha, infatti, dato mercoledì scorso il via libera alla manovra che prevede l’innzalmento dell’aliquota che interesserà le seconde case e i locali che sono sede di attività economiche a Taormina.

Una scelta obbligata, quella del Civico consesso, che è arrivata dopo l’impossibilità manifestata dagli Uffici Finanziari di trovare una soluzione alternativa per far quadrare i conti del (disastrato) bilancio comunale. E, di conseguenza, l’aula ha accolto la discussa proposta di delibera avanzata dalla Giunta.

Il provvedimento è passato al termine di una serata movimentata che ha visto anche un duro scontro tra il sindaco Mauro Passalacqua e il consigliere di “Sicilia Vera” Jonathan Sferra, scaturito anche in virtù della “guerra aperta” in atto tra il primo cittadino taorminese e il sindaco di Santa Teresa, Cateno De Luca.

Dopo il dibattito, e una lunga interruzione dei lavori consiliari, è avvenuta in tarda serata la votazione risoltasi con il placet all’aumento Imu con soli due voti a favore. Hanno votato per il “sì” i consiglieri del Pdl, Fiero Messina e Agostino Di Pietro”, mentre tutti gli altri dieci cpnsiglieri presenti in aula si sono astenuti. Come detto, il Consiglio si è di fatto trovato con le “mani legate” nel decidere su una questione spinosa che adesso graverà sulle tasche dei cittadini (resta invariata, invece, l’Imu sulla prima casa). I tempi e il debito comunale non hanno permesso margini di manovra alternativi, come ad esempio si era pensato che potesse essere quella di un taglio del 15% alla spesa.

Ma questa proposta fatta in precedenza in commissione consiliare dal presidente del Consiglio, Eugenio Raneri, è stata stoppata dagli uffici, secondo i quali non c’erano i presupposti per adottarla.

Dura è stata proprio la presa di posizione del presidente dell’assemblea che si era detto anche pronto a votare contro la delibera: “Quest’esorbitante applicazione dell’Imu per le seconde case e le attività commerciali, portata al massimo dell’aliquota, fa emergere che la struttura burocratica non regge più. Il Consiglio comunale è stato tagliato fuori da ogni ragionamento. E’ la riprova della totale inadeguatezza di questa Amministrazione nella gestione della cosa pubblica a Taormina e che ormai in questo Comune l’applicazione delle leggi è un optional. Nell’applicare l’aliquota non si è tenuto conto in alcun modo della gradualità delle imposte ed è stato solo confezionato il “pacco”. Ora bisognerà vedere il parere del Collegio Revisori cosa evidenzierà sulle procedure che per legge devono essere osservate per l’approvazione dei bilanci, volendo intanto ribadire che in materia impositiva è il Consiglio che deve decidere”.

“Evidentemente – ha concluso Raneri con una “frecciata” – sul ricavato dell’Imu si tratterà sicuramente solo di una quantificazione del valore da mettere in bilancio e i cittadini potranno stare tranquilli, perchè l’Amministrazione non ha mai avuto intenzione di applicare il massimo dell’aliquota Imu, il cui ricavato è stato postato in bilancio tanto per farlo quadrare…”.

L’aumento Imu, sul quale ha relazionato in aula l’assessore Fabio D’Urso parlando di un provvedimento “inevitabile”, dovrebbe portare 2 milioni 100 mila euro circa nelle casse di Palazzo dei Giurati. Queste le stime della Giunta e degli uffici finanziari. Per i cittadini e per gli operatori commerciali, invece, arriva una sorpresa molto “amara” di fine anno, e ci sarà nuovamente da mettere le mani in tasca, in un momento che è già di grande sofferenza economica.

Nei prossimi giorni arriverà in Consiglio il bilancio annuale deliberato dalla Giunta: e, quando siamo ormai a novembre e gli impegni di spesa sono stati già presi, pure in questa circostanza l’assemblea sarà giocoforza chiamata ad una presa d’atto senza poter apportare correttivi.

© Riproduzione Riservata

Commenti