In una stagione sin qui fallimentare i rossoneri ora pensano per il mercato di gennaio a un ritorno del 36enne difensore che attualmente gioca a Montreal

Alessandro Nesta

In una stagione “disgraziata” il Milan si aggrappa alla storia per provare a riemergere dall’incubo.

Navigazione a vista in via Turati non solo sul tema allenatore ma anche sui possibili rinforzi di gennaio. Dai dubbi e dalle incertezze, in queste ore sembra comunque muoversi qualcosina, ovvero il ritorno di Alessandro Nesta a gennaio. La notizia viene riportata da Sportmediaset.

Contrordine sulle intenzioni del difensore, che recentemente aveva dichiarato la sua indisponibilità a tornare in rossonero da giocatore. Invece sembra che su Nesta sia ripreso il pressing e che lo staff medico sia stato allertato per programmare le prossime visite mediche del giocatore dei Montreal Impact.

Esigenze di provare a rinforzarsi in difesa, dove viene molto seguito anche il rumeno Vlad Chiriches, già visionato da Braida nell’ultima sfida tra Romania e Olanda e protagonista di una rete apprezzabile nell’ultimo match europeo. In prospettiva e in un’ottica di ringiovanimento della squadra, occhi aperti del club di via Turati sui difensori olandesi Ricardo Van Rhijn dell’Ajax, appena visionato nella sfida di Champions con il Manchester City e Martins Indi del Feyenoord.

Non sono assolutamente da trascurare anche i segnali che arrivano dal Santos per l’ingaggio di Robinho a gennaio; c’è la disponibilità del giocatore a trasferirsi, ci sono contatti tra i due club e una valutazione di massima dell’attaccante sui 10 milioni. A quel punto il Milan proverebbe a investire su un attaccante esterno o preferibilmente su una punta, ancora da individuare, per continuare ad alimentare il gioco con il 4-2-3-1 e un’idea di calcio offensivo che Allegri non può più far finta di dimenticare come nel primo tempo a Palermo. Nonostante l’insoddisfazione di base al Milan navigano a vista anche sull’allenatore per una vera mancanza di alternative e con poca convinzione sul ruolo di Tassotti. Per questo, la speranza è che il prossimo trittico interno con Chievo, Malaga e Fiorentina ridia un po’ di sprint a tecnico e giocatori.

[youtube]http://www.youtube.com/watch?v=rQEIKAVIQEU[/youtube]

© Riproduzione Riservata

Commenti